La domenica del Calcio ibleo. Vicari trascina il Ragusa, il Modica riprende a correre

0

Il Modica ritrova la retta via e batte con il più classico dei risultati la rivelazione del torneo Castelbuonese.
Un 2-0 meritato per gli uomini di Schiavo e Filicetti che hanno reagito con grinta e determinazione alle tante critiche piovute in settimana dopo la disfatta di Vittoria. Nel primo quarto d’ora la partita è già al sicuro grazie alle reti di Sabellini, servito da Okolie dopo uno splendido contropiede, e di Filicetti che trasforma con precisione un calcio di rigore assegnato per fallo di mani da parte di un difensore palermitano.

A mettere in discussione la partita ci pensa l’arbitro che alla mezz’ora espelle il giovanissimo portiere modicano Giannì, colpevole di essere uscito con le mani fuori dall’area per raccogliere un lancio lungo degli avanti castelbuonesi. I piedi del portiere sono dentro l’area, le mani in bilico.
Il direttore di gara opta per il rosso diretto e lascia per più di un’ora il Modica in 10. Anche in inferiorità numerica i rossoblù non corrono particolari rischi e portano a casa tre punti importantissimi.

In Promozione vera e propria impresa dell’USD Ragusa che espugna Santa Croce e si porta a meno due dai playoff.
L’undici di Utro continua la sua striscia positiva: sesto risultato utile consecutivo, 13 punti in 5 gare, quasi due mesi senza sconfitte, imponendo uno stop al Santa Croce che veniva da 4 vittorie consecutive.

Match winner uno dei tanti ex, Andrea Vicari, che si conferma leader dei bomber ragusani. Molto bello il suo colpo di testa, dopo un’azione in velocità tra Li Castri, Tomeo e Sella: chiaro che il mercato dicembrino ha aggiunto qualità e quantità alla rosa a disposizione di Utro, come dimostra l’azione del gol, assist di Sella e testa di Vicari.
A giustificare la vittoria degli azzurri ragusani, altre tre buonissime occasioni da gol con Terranova, Tomeo e la traversa colta da Sella poco dopo.
Dall’altra parte, un altro ex come Carmleo Bonarrigo ha sofferto la marcatura dei ragusani bravi a schermare bene ogni linea di passaggio (così avevano preparato la gara) impedendo al bomber del Santa Croce di incidere. Il Santa Croce si mantiene comunque al terzo posto anche se il Gela, vittorioso a Pachino, adesso è distante un solo punto. Per il Ragusa, che domenica riposerà, una dolcissima chiusura di anno.

Amarissima è stata invece la giornata del Comiso che prende cinque sberle a Palazzolo. In formazione rimaneggiata (out Nobile, Gurrieri, Giallongo e Cinnirella,) ai verdearancio non sono bastate le buone prestazioni di Pecorari e Valerio per resistere all forza d’urto del Palazzolo che vuole ancora recitare un ruolo di primo piano in questo campionato. In gol per i gialloverdi Quarto, Miraglia, Gennaro, Lentini e Gennarini