All’ospedale Guzzardi di Vittoria vanno via tre anestesisti. Si opera a rotazione

12

Sulla scia di quanto sta accadendo un po’ in tutta Italia, anche in provincia di Ragusa si avverte la mancanza di anestesisti e a pagarne le conseguenze, da lunedì 19, è l’ospedale Guzzardi di Vittoria, che ha dovuto ridurre le sue sale operatorie e avviare una rotazione.

Le sale in tutto sono cinque e si trovano nei reparti di oculistica, ortopedia, chirurgia generale e vascolare, ostetricia e ginecologia. Ogni giorno, però, ne funzionano tre e dal 19 gennaio il numero è sceso a due. Nessun blocco, però: le urgenze sono sempre garantite e anche gli interventi programmati, che al massimo possono slittare di qualche ora.

I vertici dell’ASP 7 si sono già attivati, per cercare di risolvere il problema quanto prima, e proprio ieri, nella sede di Piazza Igea a Ragusa, si è tenuto un incontro alla presenza di diversi anestesisti finalizzato ad ampliare l’organico. Se qualcuno di loro dovesse accettare l’incarico la situazione potrebbe tornare subito alla normalità.

Il problema si è presentato nel momento in cui dei dieci anestesisti ne sono andati via tre.
L’ASP ha subito ovviato ordinando una rotazione e valutando l’opportunità, in base alle esigenze, di richiamare in servizio quelli disponibili e reperibili, ai quali verrà, ovviamente, corrisposta una prestazione aggiuntiva.
In attesa che tutto torni alla normalità, dunque, per ora al Guzzardi si procede in questo modo.