M’illumino di Meno (ma partecipo poco): ecco i comuni degli Iblei che hanno aderito

0

Venerdì 13 febbraio, in tutta Italia, si celebra l’undicesima edizione di “M’illumino di Meno”.
Questo l’eloquente titolo della più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sul risparmio energetico ideata da Caterpillar, storico programma in onda da diciotto anni su Radio 2 RAI.

Lunghissimo l’elenco di adesioni alla giornata dedicata all’ormai consueto simbolico “silenzio energetico” per attirare l’attenzione sull’efficienza e sul consumo intelligente di energia: in questa data si chiede infatti lo spegnimento dell’illuminazione di monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni.

E anche nel Sud Est siciliano c’è qualche amministrazione “illuminata” che partecipa all’iniziativa.
Presente nella lista ufficiale diffusa da Caterpillar, per il terzo anno consecutivo, il Comune di Chiaramonte Gulfi. Il sindaco Vito Fornaro ha promosso nell’arco della mattinata un’attività di informazione sul risparmio con le scuole elementari e medie fornendo anche materiale pubblicitario. Nell’arco della serata saranno spente le luci del Palazzo Comunale e della Piazza Duomo.

Sebbene non presenti nell’elenco consultabile online, anche i Comuni di Ragusa e Modica hanno comunicato l’adesione alla campagna di risparmio energetico.

Ragusa è stato disposto lo spegnimento, dalle ore 18.00 alle ore 19.00, delle luci del Portale di San Giorgio di Ibla, del prospetto della Cattedrale San Giovanni Battista e della facciata della sede centrale del Comune.
A Modica verranno spenti simbolicamente, dalle 19.00 alle 20.00, gli impianti di illuminazione che si riflettono sul Palazzo San Domenico e di Piazza Matteotti. L’Amministrazione invita tutti i cittadini ad aderire all’iniziativa, facendo altrettanto nelle proprie abitazioni.