Come ti cambio Marina di Modica. Pronto il piano spiagge del sindaco Abbate

61

Il Piano di utilizzo del Demanio marittimo, adottato dalla giunta municipale nella seduta di venerdì 27 febbraio, è stato presentato questa mattina, in conferenza stampa, a Palazzo San Domenico alla presenza del sindaco, Ignazio Abbate, del suo vice Giorgio Linguanti e dell’assessore all’urbanistica, Giorgio Belluardo,

Il piano spiagge, redatto dall’architetto Giuseppe Bonomo, di Moveo Studio, e dall’ing. Giuseppe Spadaro, interessa un’area di 450 mila metri quadrati per un’ estensione di sei km e ottocento metri. Un segmento di costa che si estende dai confini della spiaggia di Sampieri sino a quelli di Pozzallo.
Il progetto sarà adesso pubblicato per trenta giorni al fine di accogliere i rilievi, poi portato in Consiglio comunale per l’adozione e quindi inviato all’assessorato regionale al Territorio ed Ambiente per la definitiva approvazione con il relativo decreto.
Il documento urbanistico disciplinerà gli interventi pubblici e privati ed è strutturato in lotti di 100 metri in modo alternato: libera fruizione e aree, quattordici, date in concessione.

L’Amministrazione ha indicato alcune direttive al RUP, come quelle relative alla individuazione di spazi per l’alesaggio e stazionamento barche in prossimità del moletto di Piazza Mediterraneo; spazi per le attività ludico sportive in prossimità dell’Auditorium “Nannino Ragusa”.
Altra novità il collegamento viario con Via del Laghetto con l’auditorium “Nannino Ragusa” e guardia medica, la sdemanializzazione del tratto lungomare pedonale attrezzato; un’area attrezzata da dare in concessione per i cani domestici (Maganuco e Marina di Modica).
Prevista un pista pedonale e ciclabile che collega Punta Religione con l’arenile di Maganuco, sulla traccia dello sterrato esistente. Il piano prevede accessi alla spiagge adeguati per i diversamente abili.

Il documento urbanistico nei fatti semplifica le autorizzazioni per la costruzione di nuovi stabilimenti – chioschi ed aree per attività sportive – concretizzando la possibilità per quanti, operatori economici o turistici, volessero intraprendere un’attività di bar, ristoranti o spazi attrezzati in conformità alle direttive del piano.
“Crediamo fermamente nello sviluppo della fascia costiera”, commentano il Sindaco Abbate e l’assessore Belluardo: “come strumento di crescita socio-economica per attività stagionali capaci di attrarre quel turismo balneare su cui intendiamo puntare. Solo un comune siciliano, San Vito Lo Capo, tra i 122 comuni isolani di fascia costiera, ha un piano spiagge. Entro l’inizio di questa estate sarà inoltrato alla Regione per la definitiva approvazione.
La nuova pista ciclabile sarà inserita nel nuovo piano triennale delle Opere Pubbliche dove saranno previsti aree per il ristoro, con una sensibile ricaduta sul piano occupazionale”.