A Ragusa, Pasqua è anche sport. Con “Pasqua goal 2015”

4

Al vecchio campo Gigi Biazzo di via Archimede è stata un’ esplosione di colori e di entusiasmo per i piccolissimi (nati nel 2007/2008) che si sono confrontati per quasi tre ore senza nessuna interruzione negli otto campi preparati dallo staff della Game Sport Ragusa.

Per molti bambini si è trattato della prima esperienza o della prima trasferta, visto che costituiscono la prima categoria da cui si inizia a giocare. La cosa più importante era divertirsi e non vincere, garantendo a tutti i bimbi presenti il “Diritto” a giocare. A fare da cornice alla giornata moltissimi genitori, che, muniti di telecamere e macchine fotografiche, hanno immortalato le gesta dei minicampioni.

Il presidente della Game sport Gianni Canzonieri si dichiara molto soddisfatto della riuscita della manifestazione “ancora una volta i bambini sono al centro del nostro progetto educativo e ne rimangono i protagonisti assoluti”.  “Spesso il protagonismo degli adulti, vedi dirigenti, tecnici e genitori, mette in secondo piano i più piccoli facendo passare spesso messaggi diseducativi”. Spiegano gli organizzatori.
Prima dei saluti finali, dopo aver disputato in totale più di 30 partite, un ringraziamento a tutte le società, a tutti gli atleti e ai presenti è arrivato da Salvatore Occhipinti “factotum” della società iblea che ha invitato tutti i ragazzi presenti a fare un grande applauso ai loro tecnici e allo staff della Game sport per questa bellissima giornata di sport. Subito dopo si è passato alla presentazione degli eventi messi in cantiere da maggio ad agosto.

A maggio si parte con la “minichampionscup” torneo cittadino riservato ai bambini dai 6 ai 14 anni , a Giugno si passa al “CanteraCup” torneo provinciale per le categorie esordienti e pulcini per poi passare all’organizzazione del “Catania City Camp” in collaborazione con il Catania Calcio a cui la società iblea è affiliata. Concluderà la seria di iniziative il “fcbe Barcellona Camp” dal 23 al 28 agosto, in stretta collaborazione con la società Catalana riservato a tutti i ragazzi siciliani, che avranno l’ occasione unica di essere allenati dai tecnici spagnoli.
A conclusione della giornata, gli auguri di una serena Pasqua con la distribuzione a tutti i bambini di una merendina e di un succo, con l’augurio di rivedersi presto, perché, come recita lo slogan della società “da noi si gioca sempre”.