“Uomo avvisato, mezzo salvato”: intimidazioni ad un consigliere del M5S ad Acate

38

Lettera intimidatoria al consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle ad Acate, Cristian Palma. La missiva sarebbe stata trovata dalla moglie nella cassetta delle lettere.

Unanime la condanna del gruppo politico, con in testa il Deputato Regionale Vanessa Ferreri che, attraverso la sua pagina Facebook, chiede ancora più vicinanza nei confronti della vittima.

Questo il comunicato con il quale si denuncia l’accaduto e si esprime la massima solidarietà a Palma per il grave fatto accaduto.

Il M5S Sicilia esprime grande solidarietà e vicinanza al consigliere Cinquestelle di Acate, Cristian Palma, vittima di un episodio intimidatorio, legato alla sua attività commerciale. Il consigliere nei giorni scorsi ha ricevuto una lettera, con in calce un nominativo chiaramente falso, che annuncia la chiusura della sua attività, oggetto in rapida successione delle attenzioni dei Nas, dei vigili e degli ispettori sanitari, da quando Cristian e i suoi colleghi in consiglio stanno portando avanti una azione politica molto incisiva, e probabilmente fastidiosa.

Come ciliegina sulla torta per Cristian è arrivata recentemente la chiusura da parte del Comune delle strade che portano al suo negozio, aperto, dal 2008, ma mai al centro di tante verifiche. La lettera, di poche righe, cita tutti i controlli avuti da Cristian e chiude con la preoccupante ed esplicita frase intimidatoria “un cataclisma farà chiudere l’attività”.

“Ho già denunciato tutto agli organi competenti – scrive Cristian nella sua pagina facebook – e discusso della cosa con i miei colleghi consiglieri. Oggi vogliono che io faccia un passo indietro e che metta in discussione tutto quello in cui credo, beh, la mia risposta è solo una: io non mi dimetto. Se un sogno ha così tanti ostacoli, vuol dire che è quello giusto”

“A Cristian – affermano i deputati Cinquestelle all’Ars- va la più totale solidarietà, non solo del gruppo parlamentare di palazzo dei Normanni, ma dell’intero mondo Cinquestelle. Conosciamo la sua caparbietà e la sua forza, pertanto siamo certi che terrà duro e che questi episodi non faranno altro che rafforzare la sua determinazione a lottare per il bene comune della collettività di Acate e dell’intera Sicilia”.