Caos a senso unico alla Sorda di Modica. Un quartiere rimasto ostaggio del traffico

8

Dopo numerose modifiche al piano della viabilità, le tante criticità del traffico al quartiere Sorda sono ancora ben lontane dall’essere risolte.
Tanto che ora è lo stesso sindaco Ignazio Abbate a farle presente al comandante della Polizia Municipale, con una nota formale che gli ha inviato, invitandolo “a porre in essere ogni azione necessaria ed urgente, utile a regolamentare la situazione di disagio a cui sono costretti numerosi automobilisti nel percorrere il tratto di strada di via Risorgimento-Piazza Libertà, nel primo tratto fino all’intersezione della via Peppino Impastato”.

Abbate, nella lettera, pone l’attenzione sugli ingorghi a cui sono costretti gli automobilisti, soprattutto nelle ore di punta, cioè tra le 08.00 e le 09.00 del mattino e nel tardo pomeriggio, sottolineando inoltre come “più volte è stato segnalato tale increscioso problema ma al momento senza risultato alcuno“. “Al riguardo la invito ad attuare” conclude il sindaco, rivolgendosi al comandante Giuseppe Petriglieri: “ogni forma di controllo, con cadenza costante, magari con l’ausilio di ausiliari della sosta, al fine di prevenire il ripetersi di episodi come quelli attuali, che altro non fanno che far indispettire gli automobilisti che chiedono solo, una più dignitosa vivibilità”.

Il piano della viabilità al quartiere Sorda è stato cambiato giusto pochi mesi fa, a metà novembre. Allora si disse che si trattava solo di una sperimentazione, ma in effetti nessuna modifica è stata più apportata. Le novità principali erano giusto nel quadrivio di piazza Libertà: qui il senso di marcia è tornato com’era prima della chiusura del Ponte Guerrieri, che aveva determinato uno stravolgimento generale, dunque con il ripristino del senso di circolazione interamente antiorario.

Ma la novità più rilevante era stata l’abolizione del senso unico in via Resistenza Partigiana, nel tratto che va dall’incrocio con via Aldo Moro fino a quello con piazza Libertà: qui, infatti, il senso unico verso la piazza c’era ormai da diversi anni, ma in coincidenza con questo provvedimento, tra via Aldo Moro e via Resistenza Partigiana è stata approntata una rotatoria provvisoria con i new jersey che dovrebbe essere al più resto sostituita con una piccola rotatoria definitiva.

Restano invece intatti e finora mai presi seriamente in considerazione dall’Amministrazione i problemi dei commercianti dell’ultimo tratto di via San Giuliano, che da ormai più di un anno e mezzo – da quando Abbate e l’assessore alla viabilità Lorefice ha fatto le prime modifiche alla viabilità in questa zona – combattono una battaglia per il ripristino del senso unico in direzione Sorda-Modica bassa (sono arrivati, nei mesi scorsi, ad affiggere i manifesti di lutto per le proprie attività commerciali).

[ Fonte: La Sicilia ]