Presi a Vittoria i ladri di biciclette

2

Due diciottenni romeni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ragusa per il reato di furto continuato in concorso. Senza fissa dimora ma “operativi” in territorio di Vittoria, i malviventi si erano specializzati nei furti di biciclette che adocchiavano all’interno dei cortili dove precedentemente avevano effettuato sopralluoghi. Poi, approfittando delle ore notturne e dell’assenza di persone in giro, uno scavalcava la recinzione, prendeva la bici e la porgeva all’altro che faceva da palo e lo aiutava a metterla su strada. Quindi si davano alla fuga.

I dettagli nella nota inviata dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria:

La Polizia di Vittoria ha ricevuto due denunce di cittadini che avevano subito un furto con le stesse modalità. In entrambi i casi, gli Agenti sono riusciti a recuperare immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza pubblici e privati attraverso le quali sono riusciti a riconoscere i due malviventi, rintracciati e portati in Commissariato per la loro compiuta identificazione e fotosegnalamento.

Negli Uffici di Polizia, uno dei due ha ammesso di essere l’autore dei due furti contestati e si è dimostrato disponibile a fare recuperare la refurtiva, accompagnando gli agenti in un vecchio casolare di campagna dove, occultate sotto plastica e rami secchi ha permesso di fare rinvenire le due mountain bike.

Il giovane ha fatto chiarezza su altri episodi simili, ammettendo di essere responsabile, da solo o in concorso con un altro complice, di quattro furti.

Non è stato possibile recuperare l’ulteriore refurtiva poiché, come ammesso dallo stesso romeno, ha venduto le biciclette ad un tunisino che gliele ha pagate 20 euro l’una.

All’esito di tutti gli adempimenti i due romeni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ragusa per il reato di furto continuato in concorso.