Diocesi in festa per l’arrivo del nuovo vescovo. Il primo saluto ai malati e ai carcerati

5
benvenuto vescovo Cuttitta

E’ una data importante, quella di oggi, per la diocesi iblea. Monsignor Carmelo Cuttitta inizia ufficialmente il suo ministero episcopale a Ragusa.

In mattinata l’incontro con gli ammalati e con i carcerati. Nel pomeriggio l’appuntamento solenne, con l’accoglienza in piazza e la messa.

Ecco cosa prevede il programma di oggi pomeriggio. 

Alle 17 l’arrivo in piazza San Giovanni. Un momento di festa con il saluto da parte del sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, anche a nome dei sindaci degli otto comuni della diocesi, e di una famiglia.

A seguire la processione con i vescovi e i sacerdoti che partirà dal palazzo della Curia, in via Roma, per raggiungere la Cattedrale.

Alle 18 la celebrazione della messa d’insediamento, che prevede alcuni momenti significativi.

A presiedere la liturgia, solo nella fase iniziale, sarà monsignor Paolo Urso che uscirà dal palazzo vescovile tenendo il pastorale in mano, come ha fatto in questi tredici anni.

All’ingresso in Chiesa don Vito Bentivegna, presidente del Capitolo del Canonici, mostrerà il crocifisso al vescovo Cuttitta. Dopo il bacio alla croce ci sarà la processione d’ingresso. Davanti l’altare avverrà il passaggio del pastorale, ma solo dopo che il diacono avrà dato lettura della bolla con la quale il Papa ha nominato monsignor Cuttitta vescovo di Ragusa.

In quel momento il vescovo Urso pronuncerà questa formula:

“Sorelle e fratelli carissimi, per grazia di Dio e designazione della Sede Apostolica, da questo momento il vescovo Carmelo Cuttitta è pastore della santa Chiesa di Dio che è a Ragusa”.

Una volta ricevuto il pastorale, monsignor Cuttitta si recherà alla ‘cattedra’, dove riceverà l’omaggio di sacerdoti, laici e religiosi. 

La celebrazione potrà essere seguita, oltre che negli spazi liberi siti all’interno della Cattedrale, anche attraverso due maxischermi che saranno posizionati, uno dentro la chiesa della Badìa (corso Italia) e l’altro sul sagrato della Cattedrale.

La cerimonia potrà essere altresì seguita in streeming su www.cattedralesangiovanni.it, www.radiokaris.it, www.videomediterraneo.it, sulle frequenze FM 87,800 e 99,300, nonché, in diretta tv, su Video Mediterraneo e Video Regione.