Ripulito il muro dell’Annunziata: i comisani ringraziano Ralf. Ecco le foto

9
Ragusah24-pulizia-scritta-muro

“Un ringraziamento particolare a Ralf D’avola per aver pulito volontariamente e prontamente il muro della nostra Basilica”

Campeggia su tantissimi profili di Facebook questa scritta, con la quale si ringrazia un ragazzo per avere ripulito il muro perimetrale della Basilica Maria SS Annunziata, deturpato da qualche giovincello/a innamorato e non curante del gesto che ha creato non poca indignazione a Comiso.

Da quanto emerso, pare che la scritta che inneggiava alla “celeste corrispondenza di amorosi sensi” risalisse addirittura al 28 di gennaio e che qualcuno in realtà abbia anche inviato la segnalazione alle forze dell’ordine.

Ralf D’Avola, con un flex a disco gommato apposito per non danneggiare la pietra, e con tanto “sciroppo” di pazienza, ha provveduto gratuitamente e volontariamente, a ripulire tutto. Come fa un buon devoto e un buon cittadino. Vicenda quindi sanata.

Tra i commenti alla notizia delle scritte sul muro della pregiata Basilica, c’era chi aveva scritto: “Non si capisce dove sia tutta questa tragedia, visto che il muro è vecchio”.

Ognuno ha le proprie idea, per carità. Ci permettiamo, però, sommessamente, di suggerire che tra vecchio e antico (e in questo caso di grande pregio artistico) di strada ne passa, come quella tra chi ha sfregiato quel muro e chi ha pensato, meritoriamente, di ripulirlo.