Rifiuti. Autocompattatori di Modica fermi a Motta. Abbate: “Non ci muoviamo”

0
Gli operatori a Comiso hanno lavorato alacremente per togliere i cassonetti incendiati

Il Comune di Modica sta provando un vero e proprio atto di forza. Mentre circa 300 camion carichi sono tornati dalla discarica di Motta senza aver potuto scaricare, i 9 modicani sono rimasti all’ingresso della discarica e non andranno via se non verranno fatti scaricare.

Il Sindaco, Ignazio Abbate, ha spiegato questo al presidente Crocetta ed ora si sta recando direttamente sul posto.

“Ringrazio ancora una volta gli operatori ecologici che sotto il sole stanno aspettando pazientemente per tornare a casa vuoti – afferma Abbate –. È una situazione assurda e se non alziamo la voce non otterremo nulla. I camion non andranno via se non vuoti perché devono caricare tutta l’immondizia che si sta ammassando in queste ore in Città”.

Modica era riuscita a scaricare i propri camion nella notte tra sabato e domenica.

A Vittoria la situazione resta ancora sotto controllo, ma ormai i compattatori sono tutti colmi. La raccolta è stata effettuata anche stamattina, con particolare attenzione a Scoglitti. In alcuni punti, ma solo in una parte residuale, la raccolta non è avvenuta, perchè ormai i camion sono stra carichi di rifiuti. Neppure oggi si è riusciti a conferire a Lentini.

Più o meno situazione analoga a Comiso. 

Per entrambe le città vige sempre la richiesta dei sindaci a conferire i rifiuti solo in caso di necessità. 

A Comiso qualche cassonetto nella zona 167 è stato divorato dalle fiamme. Gli operatori hanno lavorato alacremente per liberare la strada dai resti dei cassonetti anche in considerazione del fatto che proprio domenica era la festa del patrono e bisognava consentire il passaggio del simulacro di San Biagio.

Si attendono nelle prossime ore delle soluzioni prima che la situazione diventi incontrollabile.