Il Minuetto Modica-Palermo si ‘ferma’ di nuovo. Racconto di ordinaria delusione

33

«Per la prima volta decido di prendere il Minuetto per andare a Palermo. Salgo sul treno a Modica, mi siedo, arriva il controllore: “Vi siete seduti nella zona sbagliata, qui i riscaldamenti non funzionano”…e prosegue: “Vi hanno avvertito che c’è una frana? Ad un certo punto dovrete proseguire in pullman e, purtroppo, perderete la coincidenza a Caltanissetta…il treno arriverà a Palermo intorno alle 12.30”. Ci guardiamo in faccia, ci alziamo e scendiamo… esperienza delusa alle 5 del mattino».

A raccontare la disavventura è il comandante della Polizia municipale di Modica, Saro Cannizzaro, sulla propria pagina facebook.

Il Minuetto, tanto atteso, si è fermato nuovamente. Parte da Modica ma non arriva a Palermo: si ferma molto prima, e poi si prosegue in bus.

Ecco cosa spiega Ferrovie dello Stato: 

“Il maltempo che nei giorni scorsi ha interessato la Sicilia ha causato consistenti danni all’infrastruttura sulla linea Gela – Canicattì.

Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana, intervenute per verificare le condizioni di sicurezza del tracciato, hanno ravvisato la necessità di realizzare un consolidamento della massicciata nel tratto compreso fra Campobello Ravanusa e Sant’Oliva, dove le abbondanti precipitazioni a carattere torrenziale hanno procurato i danni maggiori.

Dopo un primo provvedimento di riduzione di velocità per i treni in circolazione su quel tratto di linea, alle 18.30 di lunedì 13 febbraio è stata disposta la sospensione del traffico ferroviario.

Per garantire la mobilità sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus il cui programma con orari, fermate e percorsi è disponibile nelle stazioni, su trenitalia.com e sui canali informativi on line del Gruppo FS.

I lavori per il completo ripristino dell’efficienza della linea, e il passaggio in sicurezza dei treni, dureranno presumibilmente fino a domenica 26 febbraio”.