Arresti domiciliari per l’ex allenatore del Modica calcio Felice Melchionna

236

Guai giudiziari per l’ex allenatore del Modica, Felice Melchionna. Il tecnico calabrese è stato arrestato lo scorso 20 settembre dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Formia con l’accusa di estorsione plurima ai danni di calciatori.

Oggi gli interrogatori di garanzia.

Con lui è finita in manette anche Vincenza Belalba, figlia del Presidente della Polisportiva Gaeta della quale Melchionna è l’allenatore e socio di maggioranza. Le investigazioni hanno fatto emergere un modus operandi ritenuto dagli inquirenti illegale e consolidato posto in essere da Melchionna (nella doppia veste di allenatore e socio maggioritario) e di Belalba (nel ruolo di consigliere) nei confronti dei calciatori i quali, “dietro ricatto, dovevano sborsare indebite somme di denaro al fine di ottenere lo svincolo”, sottolineano i carabinieri.

Sei gli episodi di estorsione contestati, nel periodo compreso tra il 2015 ed il 2017, quando la squadra militava nel campionato di ‘Eccellenza’, ai danni di altrettanti calciatori che erano costretti a pagare una somma indebita di denaro, variabile dai 2000 ai 3000 euro, per ottenere lo svincolo e quindi la possibilità di giocare presso altre squadre. In caso di rifiuto i calciatori sarebbero rimasti vincolati al Gaeta fino alla fine della stagione sportiva, senza la possibilità di giocare e percepire il rimborso spese previsto. I due indagati hanno agito sempre in accordo e previo concerto tra loro secondo una strategia collaudata e pianificata che ha dimostrato la loro particolare spregiudicatezza e indifferenza, ma allo stesso tempo con il riserbo necessario pur di conseguire profitti o evitare danni patrimoniali. Per tale ragione i due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Nella circostanza i carabinieri hanno sottoposto a perquisizione i locali della sede della società sportiva al fine di rinvenire documentazioni utili ai fini delle indagini.

Melchionna ha guidato nella stagione 2005-2006 (quella dell’ultimo campionato professionistico) la formazione Berretti lanciando nel panorama del calcio siciliano diversi giovani calciatori. L’anno successivo, dopo la radiazione, guidò il Modica ad una storica rincorsa sul Palazzolo culminata con la promozione in Serie D. Nel 2007/2008 guidò il Modica in Interregionale, centrando una tranquilla salvezza, prima di accasarsi al Budoni.