Il nuovo prefetto Filippina Cocuzza già al lavoro: “Attenzione alle fasce più deboli”

30

“È con orgoglio e particolare soddisfazione che assumo la guida della prefettura di Ragusa, provincia che ho sempre ritenuto tra le più belle ed operose della Sicilia”.

Il nuovo prefetto, Filippina Cocuzza, si è presentata stamane alla collettività iblea, comunità “ricca di valori, storia e tradizioni”. “Sono profondamente consapevole che l’attuale momento richieda un impegno comune per affrontare al meglio le criticità – ha proseguito – per consolidare i traguardi raggiunti e perseguire i nuovi ed ulteriori obiettivi di progresso e di sviluppo di pace sociale e coesione civile; obiettivi che richiedono il massimo sforzo anche nell’intento di ottenere sempre più alti livelli di solidarietà verso le fasce più deboli della comunità”.

Filippina Cocuzza, già corposa carriera alle spalle ma alla prima esperienza come prefetto, ha sottolineato l’impegno a proseguire nel solco del suo predecessore, per quanto riguarda i temi portanti del territorio, e quindi il sistema dell’accoglienza, il gap infrastrutturale, il problema sociale delle aste fallimentari. “Saremo sempre disponibili ad accogliere le istanze del territorio” – ha detto.

Rivolgendosi agli organi di informazione, il nuovo prefetto di Ragusa ha sottolineato: “Preziosi strumenti e imprescindibili veicoli di conoscenza che assolvono un ruolo di grande rilievo sociale, specie per i più giovani, oggi molto più che in passato”. E proprio ai giovani il prefetto guarderà con un occhio di riguardo: “Mi piacerebbe avere anche una interlocuzione coi referenti scolastici – ha sottolineato – proprio per discutere ed affrontare le problematiche di cui gli studenti oggi spesso soffrono”. 

Il primo impegno in agenda? “Ho già incontrato le Forze dell’ordine. Uno degli impegni prioritari sarà la visita all’hotspot, per rendermi conto della realtà organizzativa di persona”.