Dimenticarono garza nell’addome della paziente: cinque condanne

1917
Immagine di repertorio tratta dal web

Due mesi di reclusione. Questa la sentenza del Tribunale di Ragusa per tre medici chirurghi, un infermiere professionale strumentista e un infermiere di sala.

L’equipe, all’epoca dei fatti (2013) in servizio al Maggiore di Modica, aveva sottoposto una paziente a un intervento chirurgico.

Secondo quanto ricostruito dall’accusa, avevano omesso di rimuovere dalla cavità addominale una garza di circa un metro e mezzo. Ciò causò alla paziente lesioni personali gravi: occlusione intestinale, con incapacità di assolvere le ordinarie occupazioni per quindici giorni.

La garza venne poi rimossa in un intervento al Civile di Ragusa.

Sono stati condannati in primo grado i medici chirurghi, Luca Bonfiglio, Antonio Sipione, Antonella Pediliggieri, l’infermiere strumentista Rodolfo Modica e all’infermiere di sala Stefano Vigna.

Un altro infermiere è stato, invece, assolto.