10 milioni di euro in 5 anni per le strade di Ragusa. Il Comune si fa il mutuo

523

L’amministrazione Cassì annuncia il piano strade che in cinque anni dovrebbe rimettere in sesto la rete cittadina, definita dal sindaco “un colabrodo”, “per non utilizzare termini che forse sarebbero più appropriati”. Un intervento massiccio per riprendere un “aspetto totalmente trascurato negli anni precedenti”, per il quale si stima l’impiego di 10 milioni di euro che Palazzo dell’Aquila garantirà attraverso mutui, non essendo possibile per questo tipo di interventi reperire fondi esterni alle casse comunali.

Si inizia tuttavia con viale dei Platani, bando della passata amministrazione bloccato per mesi da un ricorso al Tar, dove si è svolta in pompa magna la consegna dei lavori alla ditta aggiudicataria che in 45 giorni dovrebbe riconsegnare la strada alla collettività. “Condizioni climatiche permettendo e piccole pause che forse saremo costretti a fare nel periodo natalizio per evitare il blocco totale del traffico”, ha precisato l’assessore ai Lavori pubblici, Gianni Giuffrida.

Planimetria alla mano, l’assessore ha evidenziato il lavoro svolto nei primi mesi di incarico, ovvero una mappatura della rete stradale iblea, grazie alla quale si agirà per priorità in base al traffico veicolare ed il livello qualitativo, distinto in tre gradi. “Non sarà un intervento lampo – ha precisato il sindaco – ma ci vorranno anni perché vogliamo che il rifacimento sia serio e duraturo”.

Secondo gli studi annunciati dall’assessore, sono stati mappati 1 milione e 400 mila metri quadrati di strade (784mila metri quelle urbane di penetrazione, 650 mila metri quadrati quelle secondarie), di questi 313 mila metri quadrati sono risultati di livello qualitativo scarso, il che comporterà un intervento strutturale, con rifacimento a partire dal cassonetto stradale. Ed ancora, 285 mila metri quadri di strade sono di medio livello, sulle quali si interverrà con scarifica e rifacimento dell’asfalto, mentre il restante buono. Per tutte le strade oggetto di lavori si farà la segnalazione agli enti come Enel e Telecom affinché programmino eventuali interventi prima del rifacimento del manto stradale, per evitare nuovi scassi e disagi.

Dopo viale dei Platani, si interverrà in ordine di priorità in via Achille Grandi ed in via Leonardo Da Vinci. In tutti i cantieri, oggetto di un preciso cronoprogramma che verrà aggiornato in maniera costante, si effettueranno lavori per step, garantendo in ogni caso la circolazione veicolare.