Bianca come la neve… ma è cocaina purissima

1175

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica hanno tratto in arresto nella tarda serata di ieri, un cittadino marocchino, da anni residente in Italia, per detenzione ai fini di spaccio di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

L’attività dei militari dell’Arma, che vede impegnate tutte le componenti di controllo del territorio e si svolge con numerose pattuglie sia visibili che con auto civetta, è stata denominata Capodanno Sicuro, ed è volta a prevenire e contrastare tutte le condotte che possano mettere a repentaglio l’ordinato e corretto vivere civile nel periodo festivo di fine anno.

Dalle attività informative svolte con costante attenzione al territorio, i Carabinieri avevano posto nelle ultime settimane la loro attenzione su un giovane marocchino, già colpito da precedenti operazioni di polizia giudiziaria, che veniva indicato quale perno dello spaccio di sostanze stupefacenti sulla città della Contea. Al termine di riservati servizi, che hanno tratto spunto anche dalle segnalazioni della cittadinanza, nel tardo pomeriggio di ieri, nella zona di via Giarratana, l’uomo è stato intercettato a bordo del suo veicolo, ed ha tentato la fuga per il dedalo di vie che da Modica bassa giungono a Modica Alta. L’intervento immediato ha permesso di bloccare il giovane e di sottoporlo alle attività di perquisizione. L’uomo appena fermato ha tentato di disfarsi di una busta di cellophane, che i Carabinieri hanno raccolto ed analizzato. La perquisizione personale e veicolare, e la successiva approfondita attività svolta presso il domicilio dell’uomo hanno permesso di  rinvenire quantitativi ingenti di stupefacenti di specie diversa. In particolare, i militari hanno rinvenuto quasi 200 grammi di Cocaina purissima, solo in parte già divisa in dosi (sequestro a memoria mai avvenuto sulla città di Modica), un panetto da 100 grammi di Hashish, nonché numerosi telefoni cellulari, ben occultati nei divani dell’abitazione, ed inoltre, nascosti accuratamente sotto il tappeto, quasi 3.500 euro in contanti. La sostanza stupefacente, che sarebbe stata immessa sul mercato modicano e del comprensorio, avrebbe fruttato oltre 10.000 euro. La droga sequestrata sarà trasmessa ai competenti laboratori analisi per le valutazioni qualitative. Indubbiamente, l’operazione che ha condotto all’arresto in flagranza dell’uomo di 35 anni, nullafacente, già colpito da precedenti, ha inferto un colpo importante allo spaccio che era naturalmente già pronto a scattare per le serate di movida del fine anno. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione del P.M. di turno della Procura iblea, dott.Scollo.