Volete ‘affittare’ il Castello per un banchetto? ‘Bastano’ 3.000 euro

382

Con deliberazione di giunta municipale, sono state determinate per l’anno 2019  le  nuove tariffe dei servizi pubblici a domanda individuale relative agli immobili di pertinenza del servizio Cultura e Gestione dei Beni culturali che vengono utilizzati per attività culturali e di intrattenimento. Nello specifico, gli immobili interessati sono il Castello di Donnafugata, il Museo del Costume, Teatro Tenda,  Sala Falcone Borsellino, Teatro comunale “Marcello Perracchio”, Auditorium San Vincenzo Ferreri, Palazzo Zacco, Biblioteca civica Giovanni Verga.  Per visitare il Castello di Donnafugata ed il parco confermato il costo del  biglietto d’ingresso di  6 euro.

I gruppi di 20 persone, previa prenotazione, hanno diritto a 4 biglietti gratuiti, mentre le scolaresche pagheranno un biglietto ridotto di due euro. L’ingresso sarà gratuito per i bambini fino a 6 anni, per le persone diversamente abili con accompagnatore, guide turistiche, tour operator, visitatori motivati da ragioni di ricerca e studio. Prevista la riduzione del 50% del costo del biglietto per visitatori di età compresa tra 6 e 18 anni ed oltre i 65 anni, per visitatori che presentano alla cassa il biglietto comprovante l’utilizzo del trasporto pubblico di linea in autobus, treno o taxi, visitatori che partecipano al turismo congressuale nel territorio comunale e per gli studenti dai 18 ai 26 anni. Le tariffe per l’utilizzo dei locali del Castello sono invece stabilite in 3.000 euro per banchetti a piano terra, cortili, terrazzo, parco fino all’una di notte e 300 euro per ogni ora in più, in 300 euro per l’utilizzo giornaliero della Sala degli Stemmi e 200 euro per la sala convegni a piano terra. Trecentocinquanta euro per una settimana sarà il costo per esposizioni e mostre non a scopo di lucro (per ogni giorno successivo al settimo si pagherà 50 euro) e 500 euro al giorno per servizi fotografici vari e manifestazioni escluse le mostre d’arte, il cui costo sarà di 80 euro al giorno. Per spot pubblicitari a fini commerciali e servizi fotografici pubblicitari la tariffa è di 600 euro, mentre scende a 500 euro per servizi fotografici vari.

L’utilizzo dei locali del Castello è gratuito nel caso in cui si svolgano servizi televisivi sul castello di reti nazionali e locali e riprese  cinematografiche e nel caso di spot pubblicitari a sfondo sociale.  L’ingresso al Museo del Costume costerà 3 euro (valgono stessi criteri  stabiliti per il Castello per tariffe ridotte ed ingressi gratuiti), per le scolaresche il prezzo del biglietto scende ad 1 euro (l’accompagnatore entra gratuitamente).

Per il Teatro Tenda  il costo giornaliero per imprese, associazioni, enti e società varie per manifestazioni e spettacoli in genere  è stabilito in 250 euro, mentre per la Sala Falcone Borsellino sarà di 150 euro. La struttura, unitamente all’Auditorium San Vincenzo Ferreri, viene  concessa gratuitamente per “convention bureau” .

Per utilizzare il Teatro comunale “Marcello Perracchio”  il costo stabilito giornaliero è di 250 euro.  Riguardo all’Auditorium  San Vincenzo Ferreri, il costo giornaliero per presentazione di libri, conferenze, seminari, corsi di formazione, spettacoli teatrali e musicali, manifestazioni culturali varie  è fissato in 200 euro.  Anche in questa struttura si pagheranno 80 euro al giorno per mostre d’arte non a fini di lucro,  350 euro per una settimana di esposizioni e mostre  e 50 euro per ogni giorno oltre la settimana. Per servizi fotografici pubblicitari  400 euro, per servizi fotografici vari 300 euro, per spot pubblicitari a scopo commerciale 500 euro.

Per Palazzo Zacco sono stabiliti gli stessi prezzi delle altre strutture  in  riferimento a mostre ed esposizioni d’arte senza fini di lucro. L’utilizzo degli spazi della bBiblioteca comunale Giovanni Verga  per la presentazione di libri  ha un costo cauzionale di 50 euro.  Le cauzioni per l’utilizzo di ciascuna struttura rimangono invariate.