Gara di solidarietà: 800 farmaci acquistati per chi ha bisogno

422

Sabato 9 febbraio si è svolta in tutta Italia la XIX edizione della GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco. In 104 Province, nelle oltre 4.500 farmacie che aderiscono all’iniziativa e ne espongono la locandina, è stato possibile, grazie alle indicazioni del farmacista e all’assistenza di circa 20.000 volontari, acquistare uno o più medicinali da banco da donare alle persone indigenti. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli oltre 1.700 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

In provincia di Ragusa hanno aderito 10 farmacie dove i volontari del Banco Farmaceutico, grazie alla grande sensibilità dimostrata dai cittadini, hanno raccolto circa 800 farmaci che saranno distribuiti ad alcuni enti caritativi del territorio: l’Associazione “Salvuccio Agosta”, la Caritas di Ragusa e la Caritas Diocesi di Noto nei centri di aiuto di Modica e Pozzallo.

I 70 volontari che hanno collaborato  fanno parte dell’associazione “Salvuccio Agosta”, della Caritas e della Chiesa dei Mormoni, a cui si sono affiancate altre persone che sono state invitate a collaborare e hanno dato gratuitamente la loro disponibilità.

Le farmacie che hanno aderito alla raccolta sono state: a Ragusa le farmacie Ottaviano, Sciveres, Ragusa22; a Comiso la farmacia Ignaccolo; a Santa Croce farmacia Carnazzo; a Modica le farmacie Amore, Del Mulino e Roccasalva; a Pozzallo la farmacia Scalia; a Chiaramonte la farmacia Tavormina.

E’ un risultato importante quello ottenuto in questa raccolta – spiega Elisa Salina, delegata della Fondazione Banco Farmaceutico per la provincia di Ragusa e coordinatrice dell’iniziativa – L’aspetto più significativo della giornata è il valore caritativo dei farmaci donati, oltre alla sensibilità dimostrata dai tanti volontari che mettono a disposizione del tempo libero per sostenere questa raccolta. Gli enti caritativi a cui saranno donati i farmaci si occupano di famiglie in difficoltà nel nostro stesso territorio e l’aiuto a loro rivolto non è legato alla singola donazione ma, questi nuclei familiari , vengono accompagnati in un periodo di difficoltà economica. E’ bello sottolineare come, con queste importanti iniziative, emerga un principio fondamentale: quello che la sofferenza condivisa si dimezza e la gioia condivisa si raddoppia”.

Centinaia le persone che hanno acquistato e poi donato un farmaco per la raccolta. Un gesto particolarmente significativo è arrivato dai bambini della sezione D della scuola primaria di Modica del plesso via Loreto che, coordinati dalla maestra Margherita Giordanella, hanno raccolto spontaneamente in classe un fondo per l’acquisto di medicinali per bambini e li hanno consegnati in una farmacia aderente all’iniziativa, ricevendone in cambio farmaci che hanno donato ai volontari presenti.