Il presidio di Libera Ragusa intitolato alla giornalista uccisa a Malta

64

Martedì 30 Aprile, alle ore 17.30, presso il Teatro Don Bosco dei Salesiani, in occasione dell’intitolazione del Presidio di Libera Ragusa a Daphne Caruana Galizia, giornalista maltese uccisa il 16 Ottobre 2017 da un’autobomba, verrà reso pubblico il patto di presidio e sarà rinnovata la carica di referente.

Saranno presenti Don Luigi Ciotti e Corinne Vella, sorella di Daphne, che racconterà la storia di Daphne, il suo lavoro e la costante ricerca di verità da parte della famiglia dopo l’omicidio. Interverranno Simone Lo Presti, referente Presidio Libera Ragusa, Vittorio Avveduto, coordinatore provinciale Libera Ragusa, Gregorio Porcaro, coordinatore regionale Libera Sicilia.

“Esiste, a nostro modo di vedere, – spiega Simone Lo Presti, referente del presidio – un filo rosso che lega il nostro territorio, la nostra città, a Malta: non solo perché è necessario, oggi, accendere un faro sui traffici illeciti che transitano attraverso quel canale, ma anche perché è palese il legame (sia per quanto riguarda la professione, che per la tragica storia) tra Daphne Caruana Galizia e Giovanni Spampinato. Due giornalisti, due professionisti, uccisi perché ricercavano la verità”.