Litigano in piazza. I carabinieri indagano e li trovano con 100 grammi di hashish

361

I Carabinieri della Stazione di Ispica e dell’aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto in flagranza di reato due cittadini stranieri per detenzione ai fini di spaccio di un importante quantitativo di sostanza stupefacente.

I militari dell’Arma, nel corso dei servizi di controllo del territorio particolarmente rinforzati nelle fasce orarie sensibili, sono intervenuti in piazza Unità d’Italia di Ispica dove era stata segnalata una lite tra soggetti extracomunitari. Dopo essere giunti nella centrale ed affollata piazza, la notte tra sabato e domenica, fascia particolarmente sensibile per ordine e sicurezza pubblica, hanno verificato quali fossero le condizioni dei due soggetti. I due giovani sono stati condotti presso il domicilio per eseguire un’accurata perquisizione, poiché si era  palesata l’idea che la lite fosse stata ingenerata da problemi legati allo spaccio. I militari hanno rinvenuto un panetto da 100 grammi di hashish, che è stato sequestrato. I due giovani: di 25 e 34 anni, entrambi tunisini e braccianti agricoli, da diversi anni residenti ad Ispica, sono stati arrestati al termine delle operazioni e tradotti presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Iblea in attesa di giudizio. La droga che sarà analizzata dal laboratorio dell’ASP di Ragusa, se immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 2000 euro.

I numerosi servizi di pattuglia svolti nel territorio della compagnia di Modica hanno permesso di prevenire condotte scellerate e che potessero turbare il corretto vivere civile e nelle settimane a cavallo del ferragosto sono stati raggiunti pregevoli risultati nell’azione di contrasto al traffico di droga e dei delitti contro il patrimonio.