A Rosolini i Carabinieri insieme al Nas di Ragusa sequestrano mascherine

281
Immagine di repertorio

Continuano da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa i controlli nell’ambito dell’emergenza Covid-19, anche in relazione alla messa in vendita dei dispositivi di protezione individuale, resi obbligatori dalle norme dettate dai Governi, nazionale e regionale.

A Rosolini, i Carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Ragusa, nel corso di un controllo ad una azienda operante nel settore commerciale dell’impiantistica, hanno sottoposto a sequestro amministrativo 386 mascherine di protezione, del valore commerciale di circa 1.000 euro, poiché non riportanti in etichetta le prescritte indicazioni in lingua italiana e/o di paesi dell’U.E., così come previsto dal “Codice del consumo”.

Il legale rappresentante dell’azienda, oltre a subire il sequestro delle mascherine, è stato sanzionato e segnalato alla competente Autorità Amministrativa.