La festa di Shà ieri ha conquistato i cuori e i palati

277

In un’ambientazione raffinata e delicatamente siciliana, tra colori tenui e foglie di ficodindia a riprodurre paesaggi e piccole tenute frequenti nell’Isola, si è registrato il trionfo di Shà, la festa dedicata allo champagne che ogni anno si tiene l’ultima domenica di agosto.

Shà è la festa d’estate di Shalai, resort e ristorante 1 stella Michelin della famiglia Pennisi a Linguaglossa, alle pendici dell’Etna.

All’indomani di Shà, ci rimangono dentro soddisfazione ed entusiasmo – così il general manager di Shalai Luciano Pennisi – Anche quest’anno, nonostante le incertezze iniziali, abbiamo organizzato questa festa e abbiamo dato il meglio e il massimo. Shà è stata resa possibile grazie a tutti i componenti della mia famiglia con cui insieme, ciascuno nel proprio ambito, ci siamo spesi per rendere magica la festa dedicata agli champagne. Stesso impegno che hanno avuto i collaboratori di Shalai e Dai Pennisi, in prima linea per consentire a tutti i presenti di vivere con grande piacevolezza questa bellissima serata, a chiosa di un’estate così insolita da far apprezzare ogni giorno che abbiamo potuto vivere in tranquillità e gioia. Shà ha avuto tante novità, a cominciare dalle maison degli champagne che abbiamo messo in degustazione, fino ai piatti che abbiamo presentato, in esclusiva e per la prima volta, tutti firmati dal nostro chef Giovanni Santoro. È stata una festa nella festa che ci ha gratificato e che ha gettato le basi per un’altra ed ancora più entusiasmante edizione”.

Dieci le maison che sono state in degustazione, Bérèche et Fils Brut Réserve, Billecart Salmon Brut Réserve, Bourgeois-Diaz Cuvée ‘M Extra Brut, Laherte Frères Blanc de Blancs Brut Nature, Pierre Gerbais Blanc de Blancs Extra Brut L’Osmose, Steinbruck Cuvée Brut Tradition, Paul Louis Martin Grand Cru Brut Millésime 2012, De Saint Gall Blanc de Blancs Grand Cru Orpale 2004, Krug Brut Grande Cuvée 166ème édition e Dom Pérignon Brut Vintage 2008 con cui si è chiusa la serata.

Come lo scorso anno, non è mancato il cocktail che porta la firma del Morgana, storico locale di Taormina, e che è stato, come ogni anno, inedito!

Quattordici le nuove ricette presentate da Giovanni Santoro, dall’entrée ai dessert (di cui undici salati e tre dolci). Piatti che hanno divertito, sorpreso, ‘ingannato’ e coinvolto. Alcuni di essi saranno messi nel nuovo menu che uscirà nelle prossime settimane.

L’idea – ha spiegato Luciano Pennisi – è stata quella di presentare un parterre di nuovi piatti, giovani e divertenti, alcuni diventeranno i nuovi must del menu di Shalai, altri saranno dei fuori carta che intanto nella serata di Shà hanno conquistato i nostri ospiti. Ricette seduttive e siciliane che hanno catturato apprezzamenti e regalato grandi sorrisi. La nostra festa – ha proseguito Pennisi – è stata come sempre la possibilità di incontrare amici, nostri clienti, persone che sono legate a noi e al nostro lavoro per darci reciprocamente la possibilità di stare bene e una iniezione di ottimismo che di questi tempi è necessario. Grazie alla mia grande famiglia e a tutti i collaboratori che fanno parte, a pieno titolo, della nostra grande famiglia Pennisi, ciascuno di loro è l’anima di Shà”.