Bus turistici, aziende al collasso

122

Consegna delle targhe e delle licenze alla Regione Siciliana. Un gesto forte che le aziende di bus turistici siciliane hanno fatto stamane davanti a Palazzo D’Orleans a Palermo.

Riuniti in un picchetto spontaneo i membri dell’Associazione Bus Turistici siciliani e altri imprenditori della categoria hanno così manifestato tutta la loro disperazione dettata da un anno di totale fermo lavorativo. I bus Turistici infatti, dallo scorso 23 febbraio ad oggi hanno completamente azzerato il loro fatturato.

“Adesso – ha spiego il presidente di Abt 2020 Maurizio Reginella  – si avvicina il rinnovo delle licenze regionali per il 2021 quando nell’anno che si è appena concluso non le abbiamo praticamente utilizzate,  una situazione che per noi è divenuta insostenibile”.

A nulla è servito il fondo trasferito dallo Stato alla Regione per affiancare il Trasporto pubblico con mezzi turistici: “del piano oggi non se ne sa praticamente nulla. Quello della consegna delle licenze e delle targhe – ha poi aggiunto il presidente – è l’ultimo atto da parte della nostra categoria. Il trasporto persone non è più affar nostro. Senza un intervento serio da parte della Regione e delle Istituzione – ha poi concluso Reginella – il percorso del trasporto turistico e delle nostre aziende per noi termina qui”.