Ragusa, contestate 22 sanzioni per inosservanza alle norme anti Covid

1843

Anche nel periodo natalizio è proseguito incessante in provincia l’impegno interforze per il controllo del territorio volto al contenimento della diffusione del Covid-19 e a verificare il rispetto delle disposizioni vigenti recentemente introdotte con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e con ordinanza del Presidente della Regione Siciliana proprio per contenere, in coincidenza delle festività, la diffusione del virus. I controlli sono stati svolti con l’impiego congiunto di tutte le Forze di Polizia che hanno messo in campo numerose pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Sezione Polizia Stradale di Ragusa e delle Polizie Locali di tutti i comuni della provincia, con pattugliamenti sul territorio in diverse fasce orarie sin dalle giornate a ridosso del Natale e fino a ieri. Complessivamente sono state identificate 1265 persone, controllati 383 veicoli al fine di accertare eventuali spostamenti comunali ed extra comunali che non rientrano espressamente nei casi previsti dalle recenti disposizioni normative, controllate numerose attività commerciali, contestate 22 sanzioni per inosservanza alle norme anti Covid ed elevate 148 contravvenzioni per violazioni al Codice della strada. Le pattuglie continueranno i servizi di controllo del territorio per tutto il periodo festivo di fine anno con la finalità di verificare ed assicurare il rispetto delle disposizioni emergenziali per il contenimento dell’epidemia. Inoltre, nella mattinata odierna si è svolta un’ulteriore riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con la partecipazione del Dirigente della Polizia Stradale del Direttore Generale della locale Azienda Sanitaria, nel corso della quale è stato acquisito un quadro informativo in ordine ai prossimi rifornimenti e alla distribuzione delle quote di vaccini anti Covid in provincia di Ragusa e sono state disposte idonee misure per garantire la sicurezza dei trasporti dei mezzi che saranno scortati per assicurare la più rapida circolazione e dei centri di conservazione e deposito delle dosi destinate a questo territorio, con particolare attenzione agli itinerari interessati al trasferimento dei vaccini ed ai luoghi di somministrazione dei vaccini stessi che sono stati individuati dalla Direzione Generale dell’ASP.