Mutui, niente anticipo per gli Under 35: garantirà lo stato

3703

Per aiutare i giovani a mettere su famiglia lo Stato interverrà con una nuova misura.

Non servirà più un anticipo per gli under 35 per accendere un mutuo, a fare da garante ci penserà lo Stato. Il governo è pronto ad approvare la norma con il prossimo decreto legge Imprese, così come ha detto il premier Mario Draghi parlando alla Camera durante l’illustrazione del Recovery plan italiano.

La misura dovrebbe aggiungersi, è tutto ancora da scrivere nel dettaglio, agli sgravi fiscali proprio sull’accensione dei prestiti per l’acquisto della prima abitazione per i più giovani annunciati pochi giorni fa con il Documento di economia e finanza. Possibile però che ci sia bisogno ancora di un po’ di tempo per il nuovo decreto, che utilizzerà i 40 miliardi dell’ultimo scostamento di bilancio e servirà a dare respiro alle attività rimaste bloccate dalle chiusure anti-Covid: con gli uffici concentrati a chiudere il Recovery Plan difficile infatti che il testo sia pronto per arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri già questa settimana, più probabile slitti a quella successiva. E sono dunque ancora da stimare le risorse necessarie a far partire la misura.