Ora è rischio uragano in Sicilia. Si attende l’arrivo di Medicane

5451

Le drammatiche immagini di ieri su Catania e provincia sembrano non essere l’epilogo, ancora, di questa eccezionale ondata di maltempo che sta flagellando la Sicilia orientale.

Il surriscaldamento del Canale di Sicilia, nel tratto tra lo Ionio e il Mar Libico, è causa della formazione di una struttura ciclonica di particolare violenza che fra giovedì 28 ottobre e venerdì 29 si potrebbe trasformare in un ciclone extra tropicale simile agli uragani veri e propri.

È previsto l’arrivo di un uragano di categoria 1, con venti che potranno sfiorare i 120 chilometri orari, sfiorando le coste della Sicilia orientale e della Calabria. I meteorologi hanno ribattezzato questo fenomeno come Medicane, una definizione che nasce dall’unione delle parole MEDIterranean hurriCANE ovvero Urgano del Mediterraneo, si tratta quindi di un vero e proprio uragano.

“Attenzione particolare al Catanese, al Siracusano, al Ragusano e al Messinese ionico – dicono gli esperi di 3bMeteo -. Con rischio di piogge alluvionali, così come sulla Calabria ionica. Il tutto accompagnato da venti burrascosi, raffiche di oltre 90-100 chilometri orari sullo Ionio e mareggiate”.

Sulle coste i venti tempestosi soffieranno con raffiche e con onde alte fino a 5 metri e il pericolo di mareggiate lungo i litorali più esposti.