Santa Croce, dopo due anni la città abbraccia il Patrono

182

Santa Croce Camerina ha festeggiato lo scorso fine settimana il Patrono della città, San Giuseppe. Lo scorso 19 marzo a causa delle restrizioni dovute al COVID, non era stato possibile avviare i festeggiamenti per il Santo Patrono. Con il 1° maggio e le nuove disposizioni sanitarie, è stato possibile festeggiare il Santo ‘artigiano’. I festeggiamenti sono iniziati, sabato sera, con una manifestazione equestre, nell’ampio spiazzale del terminal dei Bus. Qui molti appassionati di cavalli e scuderie provenienti dalla provincia di Ragusa ed oltre, hanno sfilato con abiti d’epoca e con cavalli di razza, evidenziando l’amore per questi animali e una lunga tradizione che porta i cavalieri e le amazzoni a far rivivere tempi passati.

“Era giusto festeggiare il nostro Patrono, San Giuseppe – ha dichiarato il Sindaco di Santa Croce, Giovanni Barone -, dopo due anni di pandemia che ci ha costretti a stare a casa in regime di distanziamento. Lo scorso fine settimana finalmente la città ha potuto riabbracciare il nostro Santo protettore.

Sono stato particolarmente felice di questo 1° maggio all’insegna di San Giuseppe tornato per le vie di Santa Croce con una processione molto partecipata dai miei concittadini, conclusa poco prima della mezzanotte di domenica”.