Scicli, si restaura il Convento della Croce

103

La Sovrintendenza di Ragusa ha consegnato ieri, alla presenza dell’Assessore regionale ai Beni culturali Alberto Samonà, i lavori di riqualificazione e valorizzazione del Convento di Santa Maria della Croce e del sito archeologico di Castelluccio.

Alla consegna dei lavori alla ditta appaltatrice, ISA restauri e costruzione s.r.l. di Mistretta (Me), che avrà un anno per completare l’intervento, erano presenti il sindaco di Scicli, Mario Marino, il Dirigente generale del Dipartimento dei Beni Culturali, Franco Fazio, il direttore del parco archeologico di Kamarina e Cava d’Ispica, Domenico Buzzone, il Soprintendente de Beni culturali di Ragusa Antonino De Marco, il parlamentare dell’Assemblea Regionale Siciliana Orazio Ragusa, e gli assessori comunali Ignazio Mariano Pagano ed Elio Tasca.

La Regione ha recuperato un finanziamento complessivo di 4 milioni 200 mila euro, la cui prima tranche prevede, oltre ai lavori strutturali tra cui anche la totale revisioni degli impianti, anche la sistemazione delle aree esterne e dell’ingresso del complesso del Convento della Croce, per un importo di 1 milione 156 mila euro di risorse del PSR 2014-2020.

L’intervento comprende la sistemazione delle aree esterne, nuove coperture, la revisione degli infissi e verniciature, ma anche il restauro degli elementi lapidei e la ridefinizione dei percorsi nel sito di Castelluccio.

La struttura sarà, inoltre, dotata di cartellonistica adeguata a orientare e informare i visitatori sulle caratteristiche e la storia del Convento della Croce. Saranno inoltre recuperati i percorsi carrabili e pedonali, con la creazione di un parcheggio, e di un anello viario che consentirà di eliminare il doppio senso di marcia lungo la via Baden Powell. Saranno in tal senso compiuti gli espropri necessari per avere la disponibilità dei luoghi.

A questo primo intervento ne seguirà un secondo, dell’importo di due milioni e 700 mila euro, che prevede la realizzazione di un ascensore panoramico esterno che collegherà la parte sommitale del colle della Croce con la sottostante cava di San Bartolomeo. L’ascensore sorgerà in prossimità della chiesetta di Piedigrotta, in fondo alla cava.

 

Il commosso ricordo dell’architetto Titta Tumino

Nel corso della cerimonia di consegna dei lavori il Sovrintendente di Ragusa Antonino De Marco ha ricordato con commozione l’impegno profuso dall’architetto Titta Tumino, dirigente della Sovrintendenza iblea, scomparso prematuramente lo scorso dicembre. Un lavoro il suo i cui frutti vengono raccolti oggi.