I “no comment” dell’Udc

0

No commment!
Nessun commento!
Non abbiamo fatto la traduzione dall’inglese all’italiano, ma abbiamo riportato, rispettivamente le risposte ottenute da Pinuccio Lavima, Segretario provinciale dell’Udc, e da Sonia Migliore, alla richiesta di dir la lor sul terremoto politico consumato all’interno dello scudo crociato nelle ultime ore.

Entrambi hanno preferito non dir nulla, rimarcando che al momento l’attenzione è riservata alla campagna elettorale per le politiche e che soltanto dopo si entrerà nel merito della decisione assunta da 29 esponenti dell’Udc ragusano che, ieri pomeriggio, si sono autosospesi dal partito. Tra questi anche l’ex Presidente della Provincia regionale Franco Antoci.

“Dopo le politiche dirò ciò che penso, al momento è meglio tacere”. Così il segretario Lavima ha liquidato la questione.

Leggermente più argomentata la posizione di Sonia Migliore: “Ognuno è artefice delle proprie scelte e se nutro rispetto da un punto di vista umano, non posso garantire la stessa considerazione sul versante politico. Dopo le nazionali se ne parla, al momento l’interesse primario è e deve essere il bene dell’Udc. Prendo atto di ciò che è avvenuto e annuncio che nei prossimi giorni ci saranno nuove adesioni allo scudo crociato”.

Appena 24 ore fa si apprendeva con un documento indirizzato ai segretari provinciale e regionale dell’Udc che 29 esponenti del partito si sono autosospesi perchè ritengono che le regole di dialettica e confronto interne al partito siano state violate, perchè la segreteria provinciale ha avocato a sé le competenze dei circoli cittadini che ha azzerato, agendo come un organo monocratico, e perchè a Ragusa esiste la candidatura a sindaco di Sonia Migliore, senza che se ne sia discusso all’interno del partito e senza che la stessa sia stata ratificata.