I politici e la Formazione: l’indagine della Finanza coinvolge anche Incardona

2

La lente di ingrandimento della Guardia di Finanza è arrivata sul Ciapi, uno dei più grandi enti di formazione della Sicilia, e l’indagine ha portato alla denuncia non solo di coloro che lo hanno amministrato ma anche di 12 politici, su cui si allunga l’ipotesi di finanziamento illecito ai partiti: in sostanza avrebbero ricevuto soldi per le campagne elettorali, senza registrarne l’entrata, da una serie di società che operano nel settore della Formazione professionale e della comunicazione.

Tra i denunciati c’è l’ex assessore regionale alla Formazione, il vittoriese Carmelo Incardona, insieme ad altri che hanno avuto il suo stesso incarico come  Luigi Gentile, Francesco Scoma, Santi Formica e Lino Leanza, all’ex presidente dell’Ars e oggi deputato Francesco Cascio, all’ex onorevole Gaspare Vitrano, all’attuale deputato regionale Salvino Caputo, al presidente della commissione Bilancio dell’Ars, Nino Dina, agli ex consiglieri comunali Gerlando Inzerillo e Salvo Alotta e al responsabile legale del Pid, Domenico Di Carlo.