30 mila euro di refurtiva recuperata in contrada Case Grandi

0

I carabinieri di Vittoria hanno recuperato parte della refurtiva asportata negli ultimi giorni da diverse aziende agricole, siderurgiche,metallurgiche e cantieri edili nella zona ipparina. Per questo motivo sono state denunciate tre persone, padre e due figli. Nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata dai militari della Stazione di Acate all’interno della loro azienda agricola in “Contrada Case Grandi”, sono state rinvenute attrezzature agricole, veicoli agricoli e parte meccaniche degli stessi, la cui provenienza i denunciati non sapevano giustificare. I militari hanno rinvenuto anche idropompe, pompe sommerse, motori di rilancio, per un totale di 160 pezzi del valore complessivo di euro 30.000,00 circa. Le indagini eseguite per individuare i proprietari del materiale ricettato hanno finora permesso di appurare che parte del materiale come flex, trapani, compressori, bombole d’aria, serrature e saldatrici, era di proprietà di una ditta siderurgica di Comiso, il cui titolare aveva denunciato il furto presso la Stazione Carabinieri di Comiso. In questo caso è stato possibile da subito restituire il materiale il cui valore si aggira sui 5000 euro. Per quanto riguarda invece l’altra parte della merce rinvenuta le indagini  dei carabinieri si indirizzano in due direzioni. Da una parte stanno cercando di risalire ai legittimi proprietari dall’altra rintracciare gli autori dei furti. Per questo motivo i carabinieri invitato coloro che hanno subito furti a presentarsi in caserma per l’eventuale riconoscimento della merce. Nel corso della stessa operazione, i militari hanno rinvenuto 9 cartucce a pallettoni cal. 12 e 38 cartucce cal. 12 a pallini, dei quali il proprietario aveva omesso di denunciare il possesso e il trasferimento, motivo per il quale lo stesso verrà deferito alla Procura della Repubblica per i reati in materia di munizionamento.