Sequestrata una villa abusiva in contrada Miccichè

9

La polizia municipale ha effettuato numerosi controlli nei cantieri edilizi, sia in ambito urbano, che al di fuori del centro abitato.
“In particolare – spiega Cosimo Costa, comandante della Pm di Vittoria – abbiamo operato per una più efficace azione di contrasto all’attività abusiva edilizia nelle campagne, dove sovente si realizzano ville in spregio alla normativa di settore e al vigente piano regolatore, che in zona agricola, per le abitazioni, vincola l’edificazione ad una densità fondiaria, cioè ad una cubatura massima consentita, di 0,03 metri cubi su metro quadrato. Nell’ambito di tale servizio, nel mese di ottobre appena concluso, operatori di polizia locale, hanno rinvenuto in contrada Micciché un cantiere dove si stava realizzando una villa in totale difformità dalla concessione edilizia rilasciata dal Comune, per un’estensione di circa centocinquanta metri quadrati, con un ampliamento abusivo di circa due terzi rispetto al consentito. Il cantiere è stato posto sotto sequestro ed è stata inviata la relativa comunicazione di reato all’autorità giudiziaria. Sempre nell’ambito dell’attività di controllo del territorio in materia edilizia, si sono avuti risultati di un certo rilievo nei servizi di controllo su quattro immobili in contrada Madonna della Salute che, alle verifiche sia sui luoghi, che documentale presso gli uffici tecnici, risultavano essere stati edificati, a suo tempo, in assenza di titoli concessori. Per gli stessi sono state intraprese, nei confronti dei responsabili o dei proprietari, le conseguenti azioni repressive dei comportamenti illeciti, con deferimento all’autorità giudiziaria e segnalazione ai competenti uffici comunali. Dal primo novembre la polizia municipale ha svolto la sua attività primaria di vigilanza stradale effettuando posti di controllo all’interno del centro urbano, che hanno dato esito positivo, effettuando 8 rimozioni, elevando 238 avvisi di accertamento di infrazione al codice della strada; 39 contestati, con, in alcuni casi, il ritiro di tre carte di circolazione e di una patente, nonché il fermo amministrativo di tre veicoli e il sequestro amministrativo di uno, privo di copertura assicurativa. Il nucleo infortunistica ha, inoltre, effettuato il rilievo tecnico di tre sinistri stradali di cui uno rilevatosi, in seguito, mortale. Nell’ambito dei controlli annonari nel periodo delle festività dei morti, al cimitero e nelle adiacenze della struttura, sono state controllate le autorizzazioni in materia commerciale e di suolo pubblico degli esercizi di vendita dei fiori, elevando nel complesso 8 verbali di contestazione per violazione all’articolo 20 del Codice della strada per occupazione abusiva del suolo pubblico”.