Modica mi Garby. Così in città si riciclano plastica e alluminio

236
Un ecocompattatori Garby | Foto da Garby.it

Garby. Anzi, Modica mi Garby. Questo è il nome del progetto che l’Amministrazione modicana ha voluto per la raccolta della plastica e dell’alluminio e che sabato 31 maggio fa il suo debutto, con l’inaugurazione del primo Eco Point, in Piazza Domenico Bruno. In totale sono sette gli eco-compattatori – macchinari di ultima generazione in grado di raccogliere, differenziare e compattare in modo automatico sia PET che alluminio – sistemati in città, in queste zone: Ospedale “Maggiore”, Stadio “V.Barone”, Via Roma, Piazza Falcone-Borsellino, Piazza Circonvallazione Ortisiana e Piazza Ottaviano a Frigintini.

Così il comune modicano presenta il progetto:

Il progetto è stato presentato, stamani, a Palazzo San Domenico nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il Sindaco, Ignazio Abbate, il suo vice, Giorgio Linguanti, il responsabile area Sicilia della Garby, Vincenzo Mazzola.
L’Eco Point, a coso zero per il Comune, è capace di gestire le esigenze di mille abitanti, prevede diverse dispositivi per la raccolta differenziata e riduzione volumetrica di bottiglie in PET, lattine in alluminio e flaconi in HDPE e PP. Ha una capacità mensile di raccolta pari ad una tonnellata e mezzo su base mensile di materiale.
Gli Eco Point verranno svuotati dai concessionari e trasportati nei centri di stoccaggio autorizzati per il recupero.
La macchina rilascia uno scontrino che segnerà un punto per ogni pezzo introdotto.
I punti accumulati potranno acquisire un valore di buono sconto e buoni spesa nella attività commerciali locali convenzionate. Il valore dei punti oscilla per ogni attività commerciale.
Lo scopo di questa iniziativa è quella di favorire una cultura della raccolta differenziata e del minor conferimento in discarica dei rifiuti e il coinvolgimento non solo dell’utenza ma anche delle attività commerciali.
“I cittadini avranno solo vantaggi da questa collaborazione”, spiega il sindaco “in quanto la riduzione del conferimento in discarica, atteso che il costo del 100% ricade sulla collettività, diminuirà il peso della gestione e dall’altra l’incentivo che si otterrà conferendo la differenziata all’interno degli Eco Point. Un risparmio che alla fine sarà a beneficio di tutta la collettività. Sarà favorita la cultura della differenziata che è l’unica capace di abbattere i costi e tenere l’ambiente pulito“.