Esecuzione sospesa per 24 mesi. Il Comitato salva dall’asta una casa a Modica

52

A poco più di un mese di distanza dalla celebrazione dell’ennesima asta – l’ottava – che ha rischiato di far precipitare ulteriormente in basso il valore della villa della signora Alessandra Messina, modicana, schiacciata come molti dal peso delle cartelle esattoriali, ieri è arrivato l’annuncio del Comitato No Aste: “La Prefettura ci ha comunicato che l’esecuzione in questione è stata sospesa per 24 mesi. Questo è successo dopo che già eravamo riusciti a far ritirare la presentazione di un’offerta per l’aggiudicazione dell’immobile, da parte di un acquirente interessato. La nostra lotta comincia a dare i primi risultati”, ha spiegato Piero Bellaera, dei Forconi di Modica.

L’ultima gara per la casa della signora Alessandra era stata fissata per lo scorso 4 giugno ma, appunto, l’azione congiunta di Comitato No Aste e Forconi, ha spinto il potenziale acquirente a desistere dalla presentazione dell’offerta: le buste dovevano essere obbligatoriamente depositate il giorno prima, ma gli attivisti, insieme alla stessa signora Alessandra, hanno presidiato per tutto il giorno lo studio del professionista delegato.

“Avevamo organizzato questo sit in e prima ancora uno a casa della signora Alessandra” ricorda anche Marcello Guastella, del Comitato No Aste. “Proprio perché avevamo notizia che già quattro potenziali acquirenti erano andati in veste ufficiale a prendere visione della casa, manifestando l’intenzione di comprarla. Cosa tutt’altro che difficile, a questo punto, data l’appetibilità dell’immobile, il cui valore è sceso precipitosamente da 403 mila euro a 170 mila euro nel giro di pochi mesi, a causa dei ribassi applicati di volta in volta nell’arco di ben sette aste”.

[Fonte: La Sicilia]