Avvistati a Marina di Modica: Goku, Sailor Moon, le sirene e i Gosthbusters

62

Tre giorni di fantasia pura all’Auditorium di Marina di Modica.
C’erano Goku, Sailor Moon, le sirene, i Gosthbusters e tanti altri personaggi nati dalla fantasia dei cartoons nippo-americani che hanno riportato indietro nel tempo gli oltre mille visitatori che hanno varcato i cancelli del Modix 2014, la kermesse fantasy organizzata per il quarto anno consecutivo da Officina Kreativa e Associazione Bau Setti.

Dalle sfide epiche con eroi d’altri tempi ai giochi di ruolo, dal contest di disegno al concorso internazionale di cortometraggi fino al gran finale con la musica dei Parimpampum, sono stati tanti i motivi di interesse di questa quarta edizione.

Particolarmente importante il concorso dei Corti che anche quest’anno ha attirato l’attenzione di registi di tutto il mondo. A vincere è stato The little match girl di Kyoko Yamashita. Menzione speciale per l’originalità e la creatività per The lady with flower hair, dell’iraniana Sarah Tabidadzeh. Altra menzione speciale per le illustrazioni a Shades of Gray di Alexandra Averyanova.

In giuria Bruno Midolo, direttore della fotografia, e la Videoreporter Miriam Viola. Nella sezione “Illustratrice” vincitore è Cantarella di Diego Dada.
Per la sezione Machinima il vincitore è Misgiving di Glasz de Cuir. In questo caso la giuria è stata composta da Antoine Dumats, direttore di www.machini.net e Luca Spoldi, direttore di www.mondivirtuali.it.

Nel contest dei Cosplay a trionfare è stato il comisano Fabio Cantelli che interpretava il personaggio di Dracul Mihawk tratto da One Piece. Per lui, oltre alla coppa, un viaggio per il prossimo Milano Comics.

“Siamo soddisfattissime per i risultati raggiunti dal Modix 2014 – dichiarano all’unisono Nausica Zocco, Tiziana Spadaro e Samuela Cannata organizzatrici dell’evento – sia per la qualità degli spettacoli che abbiamo offerto sia per il numero di visitatori che sono arrivati da ogni parte della regione. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno dato una mano e cominciamo da subito a lavorare per la quinta edizione”.