Volley sconfitta a Misterbianco ma non ridimensionata

1

Kerakoll Misterbianco 3
Volley Modica 1

(25-12, 25-14, 24-26, 25-17)

Campo 13, Chillemi 11, Cappello 8, Assenza 5, Modica 1, Pappalardo 9, Scollo, Spadaro, Sortino (Lib), Barone NE, Incatasciato NE, Cavallo NE, Amore NE

La Volley Modica torna da Misterbianco sconfitta ma non ridimensionata nel morale e nelle ambizioni. La battuta d’arresto contro il fortissimo Misterbianco non pregiudica le ambizioni della società modicana né ci fa cambiare sul reale valore del sestetto. Questa squadra, ne siamo sicuri, darà del filo da torcere a tutti. Vincere a Misterbicano, contro il sestetto di Martinengo e Battiato, era un’impresa difficile, quasi impossibile. E per metà partita lo scoglio etneo è apparso realmente insormontabile. La squadra modicana è scesa sul parquet psicologicamente già battuta, arrendevole, molle. Tutto troppo facile per i padroni di casa, tutto troppo brutto per essere vero per gli ospiti.

Alla fine del secondo parziale coach Zito prova a mischiare le carte e getta nella mischia Sergio Scollo in palleggio ed Emanuele Cappello al centro. I due cambi si rivelano azzeccati e riescono a dare la scossa giusta alla squadra che nel terzo set gioca alla pari con i più quotati avversari, riuscendo ad aggiudicarsi il parziale ai vantaggi. I modicani sentono a questo punto che l’impresa è possibile e cominciano il quarto set con piglio deciso, ribattendo punto su punto agli attacchi di un irrefrenabile Claudio Martinengo. Alla fine a vincere è però il Misterbianco che ha mostrato effettivamente di avere qualcosa in più della Volley. I modicani tornano però a casa con tanta consapevolezza in più che non dopo la vittoria schiacciante con Terrasini.

Adesso la sosta per poi tornare davanti al pubblico amico l’otto novembre contro il Leonforte.