Questo barboncino è stato ritrovato tra i rifiuti. Indagato il proprietario

8

Sconvolgente ritrovamento in questi giorni, alla periferia di Ragusa, di un barboncino in pessime condizioni di salute, all’interno di un sacco di iuta.

È stata una donna, mentre passeggiava, ad accorgersi della presenza a lato carreggiata, accanto un cassonetto per la raccolta dei rifiuti, di questo sacco all’interno del quale vi erano strani movimenti. Subito lo ha aperto, facendo la triste scoperta.

All’interno il cagnolino, totalmente cieco, e visibilmente dolorante. Subito la signora lo ha portato all’anagrafe canina, i cui responsabili hanno interessato del caso il nucleo provinciale delle guardie zoofile dell’Enpa. Fitte le indagini condotte, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Ragusa, che hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati di una persona, il proprietario, che dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamento di animali.

Nel corso dell’attività di indagine, le guardie zoofile hanno acquisito filmati di telecamere per ricostruire il percorso compiuto da chi ha materialmente abbandonato l’animale. Tra l’altro oltre al proprietario, sono stati sentiti anche alcuni componenti del nucleo familiare per tentare di capire e ricostruire l’accaduto. Il fiuto e la grande professionalità delle guardie zoofile dell’Enpa provinciale di Ragusa hanno consentito di risolvere in breve tempo il triste episodio, su cui sono in corso ulteriori indagini per meglio appurare modalità e responsabilità.

L’animale, che si trova attualmente ricoverato nei locali dell’anagrafe canina, è stato sottoposto a sequestro. Ad appesantire la posizione dell’indagato, anche il fatto che lo stesso non abbia ritenuto di presentare alcuna denuncia di smarrimento.