Giovani talenti per cambiare il volto delle città. L’esempio di Ragusa

16
Rendering del percorso pedonale

Come avevamo scritto qualche mese fa, a Ragusa sarà realizzato un asse attrezzato tra l’accesso a Piazza San Giovanni e Via Rapisardi che cambierà il volto della zona con la realizzazione di opere di arredo urbano, illuminazione e dispositivi per il superamento delle barriere architettoniche.
Dopo la pubblicazione dell’avviso pubblico della gara, rivolta a giovani tecnici di età non superiore ai 35 anni, il progetto è stato affidato a un giovane ragusano, l’architetto Davide Scrofani. Così ha deciso nella mattinata di giovedì 5, la commissione giudicatrice.

Ecco i dettagli:

Il giovane architetto ragusano Davide Scrofani, iscritto all’Albo dell’Ordine degli architetti della Provincia di Ragusa nel 2013, è il vincitore dell’avviso pubblico del Comune di Ragusa, rivolto a giovani professionisti, per il conferimento dell’incarico professionale fiduciario relativo al completamento ed alla sistemazione del passaggio pedonale tra Piazza San Giovanni e Via M. Rapisardi.
L’individuazione dell’autore dell’elaborato tecnico è avvenuta stamane presso la sala giunta, dove si è riunita la commissione giudicatrice, appositamente nominata e formata dall’ing. Giuseppe Corallo, funzionario tecnico del Comune, dall’architetto Giuseppe Cucuzzella, presidente dell’Ordine degli architetti, dall’ingegnere Vincenzo Giuseppe Dimartino, presidente dell’Ordine degli ingegneri e dalla dottoressa Giovanna Nobile, segretaria verbalizzante.

La commissione aveva in precedenza stilato una graduatoria, esaminando le trenta proposte progettuali pervenute, di cui due ammesse con riserva, che sono state presentate, come previsto nel bando, o da singoli giovani professionisti, architetti o ingegneri, con iscrizione all’albo professionale non antecedente al 2010 e di età non superiore a 35 anni o da un raggruppamento di professionisti che avessero gli stessi requisiti citati. La graduatoria degli elaborati è stata stilata dalla commissione che ha attribuito dei punteggi tenendo conto di quattro elementi: la qualità della soluzione architettonica, la qualità ambientale, la sicurezza ed accressibilità, la compatibilità economica.

Nella seduta pubblica di stamane, a cui sono stati presenti il sindaco Federico Piccitto, l’assessore ai lavori pubblici Salvatore Corallo, il dirigente tecnico ing. Michele Scarpulla e numerosi giovani professionisti che hanno partecipato all’avviso pubblico, la commissione giudicatrice ha aperto le buste numerate collegate alle trenta proposte progettuali, al fine di individuare l’autore o gli autori dei lavori presentati e di verificare la sussistenza dei requisiti di partecipazione previsti nell’avviso pubblico.
Il punteggio più alto, pari a 73 punti, è stato attribuito alla busta nr. 27 che è risultata collegata al secondo plico di pari numero con l’individuazione dell’autore del lavoro che è stato l’Architetto Davide Scrofani.
La proposta del giovane professionista prevede “la realizzazione di un asse attrezzato rettilineo tra l’accesso a Piazza San Giovanni e quelle da Via Rapisardi. Lungo la spina dorsale vengono allocate le principali attrezzature di arredo urbano, l’illuminazione ed i principali dispositivi per il superamento delle barriere architettoniche oltre alle diverse soluzioni architettoniche per l’amplificazione dell’esperienza sensoriale dei nuovi spazi di socializzazione”.

L’assessore ai lavori pubblici Salvatore Corallo a conclusione del lavori della commissione giudicatrice ha preso la parola per ringraziare i giovani professionisti che hanno partecipato all’avviso pubblico del Comune. “Non posso non complimentarmi”, ha dichiarato l’amministratore: “con tutti i partecipanti che hanno mostrato grande capacità professionale e notevole impegno. Questa Amministrazione intende dare nuove occasioni ai giovani tecnici per misurarsi e mettere in mostra le proprie competenze; per questo motivo, alla luce di questa positiva esperienza, proporremo nuove iniziative similari”.