RC auto: a Ragusa polizze da 600 euro. Prezzi sempre più alti della media nazionale

16
Assicurazione auto, si paga di meno

Anche in Sicilia, come nel resto d’Italia, gli ultimi mesi sono stati molto positivi per gli automobilisti alle prese con il pagamento delle polizze assicurative: i premi sull’Isola sono scesi del 21,8% in un anno. E i numeri migliori della media siciliana sono quelli registrati in provincia di Ragusa, dove, a fronte di un calo annuale del 18,4% dei prezzi in un anno, l’importo medio pagato è più basso della media regionale: 600,8 euro.

Tuttavia l’Osservatorio RC Auto di Facile.it e Assicurazione.it ha calcolato che, a febbraio 2015, il premio medio per i siciliani è rimasto ben al di sopra della media nazionale arrivando a 627,06 euro: cifra che piazza la Sicilia, insieme alle altre del Sud, fra quelle più care d’Italia.

Lo studio sulla Sicilia e le sue nove province può essere approfondito nella versione integrale qui ed è stato realizzato monitorando i prezzi praticati dalle assicurazioni italiane e i preventivi degli utenti nella regione.

Tra le nove province sono emerse alcune differenze per il costo dei premi e per l’andamento del calo: la provincia in cui si spende meno per assicurare l’auto si conferma essere Enna, dove in media bastano 468,6 euro, premio addirittura inferiore a quello rilevato a livello nazionale (586,46). Ma Enna non è l’unica a offrire premi medi più bassi di quelli che si pagano in Italia: anche nelle province di Siracusa, Agrigento e Trapani siamo sotto la media nazionale.
A Messina, di contro, i costi si alzano e sono i più elevati della regione: qui il premio medio a febbraio 2015 è stato di 703,3 euro. Questo nonostante sia stata proprio la provincia di Messina quella che, in Sicilia, ha visto scendere più di tutte i premi per l’RC auto, con un impressionante calo annuale del 30%, ben al di sopra della media nazionale.

Se guardiamo ai tre profili “tipo”* usati nello studio del comparatore di polizze RC auto Facile.it, vediamo come i neopatentati della provincia di Agrigento siano i più penalizzati tra gli automobilisti siciliani in quattordicesima classe di merito, con un premio medio pari a 1.983,7 euro.
Per i più virtuosi, ossia tra gli automobilisti in prima classe di merito, sono le compagnie della provincia di Caltanissetta quelle che offrono i premi migliori, pari mediamente a 272,2 euro e ben lontani dai 401,4 euro che servono a Catania.

Un’altra curiosità che riguarda la Sicilia, emersa dall’analisi di Facile.it, è quella che riguarda la classe di merito più diffusa fra gli automobilisti. Sull’Isola, come in Italia, la classe più diffusa è la prima, sia per la virtuosità di chi guida che per il ricorso alla legge Bersani: ma se a livello nazionale la percentuale di chi dichiara di essere in prima classe è pari al 52,68%, in Sicilia questa stessa percentuale si alza fino al 60,5%.

Ecco la tabella riassuntiva dei prezzi medi per l’RC auto, con variazioni semestrali e annuali, per le nove province della Sicilia:

tabella_rcauto_facileit_1apr15

* Il Focus Facile.it ha preso in esame i prezzi disponibili sul mercato per i seguenti profili:
1) Uomo/40 anni/Diplomato/Sposato/Guida una Ford Focus 1.6 Diesel/Prima classe di merito/Nessun sinistro denunciato negli ultimi 5 anni.
2) Donna/35 anni/Diplomata/Sposata/Guida una Opel Corsa 1.4 Benzina/Quarta classe di merito/Nessun sinistro denunciato negli ultimi 5 anni.
3) Uomo/19 anni/Studente/Single/Guida una Fiat Punto 1.3 Diesel/Neopatentato quattordicesima classe di merito/prima assicurazione.