Più controlli, più sicurezza e più velocità: come cambiano i cantieri edili della provincia

3

Fare maggiore chiarezza e rendere facilmente reperibili tutti i dati relativi al settore delle costruzioni, in particolare dell’apertura di nuovi cantieri.
Questo è l’obiettivo dell’accordo siglato tra Direzione Territoriale del Lavoro di Ragusa, S.Pre.S.A.L. Asp Ragusa, Cassa Edile Ragusa ed Ente Sfera.

rgh24_cassa_edile_10apr15I quattro organismi collaboreranno nell’istituzione dell’Osservatorio delle Costruzioni Ragusa.

In pratica, attraverso l’utilizzo di un software, verrà creato un portale unico contenente tutti i dati relativi ai cantieri attivi nel territorio provinciale, in maniera da poter assicurare maggiore controllo, ma anche una velocità nelle pratiche burocratiche, assistenza e tutela della sicurezza dei luoghi di lavoro.

A presentare l’iniziativa Giuseppe Causarano – Presidente della Cassa Edile, Giovanni Vindigni – Direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Ragusa, Giuseppe Miceli – Direttore dello S.Pre.S.A.L. Asp di Ragusa e Fabrizio Chessari – Presidente dell’Ente SFERA Ragusa.
“Si apre uno scenario nuovo a Ragusa”, spiegano: “che anticipa i tempi in vista dell’Agenzia unica delle Costruzioni che dovrebbe nascere in Italia”.

È il primo esperimento di questo genere in Sicilia. “Il territorio si doterà di uno strumento valido ed indispensabile“, aggiungono: “per una crescita socio economica delle costruzioni a Ragusa, basata sul rispetto delle regole normative e contrattuali, sul rispetto degli adempimenti in materia di sicurezza e prevenzione. Al tempo stesso si potrà arginare il fenomeno della concorrenza sleale.

L’Osservatorio assolverà cosi ad un ruolo di monitoraggio e di controllo molto più ampio, in modo da garantire sempre più benefici e servizi, agli attori del settore edile, prevedendo, con l’informazione e la formazione eventuali inadempienze normative e contrattuali.