Un secolo di vita: a Ragusa, per Maria e Salvatore, anche gli auguri del sindaco

6

Lo dicono anche i dati della diciannovesima Relazione Sanitaria dell’ASP di Ragusa: in terra iblea si vive bene, e lo confermano anche i sempre più frequenti festeggiamenti di compleanni a tre cifre.

Come a Ragusa, dove è stata festa grande per il signor Salvatore Spata, nato il 23 aprile 1915, e per la signora Maria Pluchino, venuta alla luce il 29 aprile 1915.

I due festeggiamenti sono stati  condivisi dal sindaco, Federico Piccitto, che, a nome dell’amministrazione comunale, ha donato una targa al signor Spata ed un omaggio floreale alla signora Pluchino, complimentandosi per il traguardo anagrafico raggiunto.

DSC_0322

Salvatore Spata, attualmente ospite di una casa di riposo, è vedovo da oltre 20 anni; ha un figlio, due nipoti e una pronipote ed ha gestito un negozio di generi alimentari a Ragusa per molto tempo.

Maria Pluchino (nella foto a destra) abita ancora nel centro storico di Ibla,  è rimasta vedova 28 anni fa, ha due figli e cinque nipoti e gode di ottima salute. Ad accompagnare la sua lunga vita è sempre stata – come ama ripetere – una profonda fede religiosa.