A Modica è pronto il piano degli immobili da mettere in vendita

19

Chi vuole comprare una casa, un locale commerciale o addirittura un palazzo, per farci la sede di un’azienda o anche una struttura ricettiva, oltre che alle agenzie immobiliari potrà rivolgersi direttamente al Comune di Modica. L’Amministrazione, infatti, ha rimesso mano al piano degli immobili di proprietà del Comune da ri-provare a mettere in vendita. Negli anni passati i tentativi sono stati moltissimi, tutti fatti attraverso aste bandite dallo stesso Comune, senza affidarsi ad agenzie specializzate: quasi tutte sono andate a vuoto, determinando una diminuzione del valore degli immobili. Con gli importi complessivi aggiornati degli immobili destinati alla vendita, il valore totale ammonterebbe a 5 milioni e 894 mila euro con un plus valore di 4 milioni 280 mila euro.

In vendita va innanzitutto la palestra di piazzale Baden Powell, per 1 milione 350 mila euro: la struttura è chiusa da anni e già nel 2009 il Comune aveva accettato la proposta d’acquisto pervenuta dalla Provincia Regionale di Ragusa che però successivamente non è stata mai formalizzata ed è improbabile che questo accada adesso, in regime di commissariamento.

Per un importo leggermente inferiore, 1 milione 280 mila euro, va in vendita il Palazzo ex Telecom, in via Resistenza Partigiana, dove c’è la Caserma dei Carabinieri, per un uso prevalentemente direzionale o ricettivo.

Per 2 milioni di euro il Comune tenterà invece di vendere l’asilo “Regina Margherita”, nell’edificio di via Raccomandata, che negli ultimi anni ha richiesto anche diversi interventi di manutenzione straordinaria: per l’immobile sarebbero consentite le destinazioni abitativa, ricettiva, commerciale, artigianale, direttiva, in ogni caso tenendo conto che l’immobile è stato riconosciuto di interesse culturale.

Il Comune vende anche la Chiesa del Ritiro, per 240 mila euro, e l’edificio scolastico “Santa Margherita”, per 200 mila euro. In vendita ci sono anche diverse abitazioni – una casa in via Calamezzana (per 35 mila euro), una casa in via Correri (per 25 mila e 600 euro), una in via Lanteri (per 15 mila euro) -, due feudi rustici – uno in contrada Mauto (per 80 mila euro) e uno in contrada Sant’Ippolito (per 340 mila euro) – e due locali commerciali in corso Regina Margherita (uno per 17 mila euro, uno per 60 mila euro).

Infine il Comune ha deciso di vendere anche la propria quota di alcuni immobili a Catania, che aveva acquistato in comproprietà con l’ente “Michele Grimaldi”: si tratta di una casa e 3 locali commerciali, per un valore di 251 mila euro. Il piano di alienazione è uno degli atti propedeutici al Bilancio di previsione 2015.

[Fonte La Sicilia]