A Modica bassa l’ex Cinema Moderno torna in attività. Un esperimento riuscito

84
A Modica riapre l'ex Cinema Moderno

Per decenni è stato il cinema del cuore dei modicani, il luogo in cui intere generazioni sono cresciute sognando di fronte alle grandi pellicole americane e agli indimenticabili capolavori dei registi italiani. Ora l’Auditorium intitolato a Pietro Floridia torna a rievocare le atmosfere del mitico ex Cinema Moderno, grazie all’iniziativa dei giovani imprenditori della Novecento srl, che l’anno scorso hanno riaperto il Cinema Aurora a Modica Alta e che ora si sono messi in testa di provare a fare il bis con questa sala a Modica Bassa.

Chiuso per decenni e riaperto, dopo il lungo restauro, solo nel 2011 come sala convegni, l’Auditorium Floridia è stato affidato un anno fa dal Comune di Modica alla Fondazione Teatro Garibaldi, risolvendo in questo modo tutta una serie di problematiche legate alla gestione della struttura, sebbene anche in questo modo il suo utilizzo sia rimasto ridotto e limitato a eventi occasionali.

Ora la Fondazione, di comune accordo con l’Amministrazione, ha accettato di dare in concessione la struttura alla società Novecento, per un esperimento temporaneo della durata di appena due settimane, nel corso delle quali la programmazione cinematografica si sposta qui da Modica Alta, in coincidenza con la proiezione di Youth di Paolo Sorrentino, insieme al cineforum gestito dall’associazione culturale “La città nascosta” ogni mercoledì: “Domenica abbiamo concluso i primi quattro giorni di sperimentazione – racconta Michele Avveduto, in rappresentanza della società – e i risultati ci rendono convinti che questa idea di tornare a far rivivere l’Auditorium come cinema incontri il desiderio di molti modicani e non solo. In tutte le giornate di proiezione, infatti, sono stati moltissimi a venire al cinema, peraltro in controtendenza con i dati generali della frequentazione delle sale cinematografiche nel mese di maggio. Cosa ancor più importante, dal momento che la struttura è in pieno centro storico, la programmazione ha incontrato l’interesse anche di molti turisti“.

Questo può tornare a vivere come luogo della cultura, insomma, recuperando la tradizione del cinema nel cuore della città: “Siamo intenzionati – annuncia Avveduto – a chiedere un affidamento più duraturo, che ci metta nelle condizioni, continuando a pagare un regolare canone di locazione come stiamo facendo in queste settimane, anche di fare degli investimenti sull’adeguamento della struttura e realizzando così l’obiettivo di tenere aperte due sale cinematografiche, a Modica Alta e a Modica Bassa”.

Fonte: La Sicilia ]