Cancelli chiusi al mercatino di Vittoria, il Comune applica l’ordinanza

1
Mercatino chiuso
Foto di Fabio Baglieri

Alla fine non c’è stato alcun passo indietro e l’ordinanza è stata applicata. Cancelli chiusi in tutti gli ingressi che portano all’interno dell’area del mercatino settimanale del sabato, a Vittoria. Alle sei, come annunciato, sono arrivati gli ambulanti e numerosi esponenti del mondo della politica e delle associazioni di categoria: nessuno si è visto, invece, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale. Sul posto solo il Comandante della Polizia Municipale, Cosimo Costa.

Circa un centinaio di persone hanno cercato di far valere le proprie ragioni e hanno chiesto di poter lavorare, mentre le forze dell’ordine, in assetto antisommossa, hanno scongiurato che gli animi si esasperassero e la situazione degenerasse.

Alla fine, intorno alle 9.30, i commercianti hanno desistito.

“L’ordinanza è stata rispettata e, in tal modo, sono stati rispettati le istituzioni ed i cittadini” ha dichiarato il sindaco, Giuseppe Nicosia.

Questo, per intero, il suo commento:

Va dato merito agli operatori che hanno rispettato l’ordinanza, così come va dato merito alle forze dell’ordine. Nessun merito, invece, a quei pochi consiglieri di opposizione che, pur di raccattare qualche consenso elettorale, non hanno esitato a cavalcare offese al decoro ed all’igiene urbani ed a sponsorizzare quella parte di operatori che in passato hanno sporcato la città oltre ogni limite, offendendo anche il lavoro degli operatori corretti, e sono tanti, che ciò non hanno fatto. Miserrimo l’esito del sit-in annunciato da Antonio Prelati, responsabile dell’Ascom, che ha dimostrato inadeguatezza e faziosità, non rappresentative dei veri interessi della categoria. Alla fine non è risultata illegittima l’ordinanza, ma il sit-in di Prelati. Nonostante le falsità dei consiglieri di opposizione e di qualche rappresentante di categoria, manifesto il mio consenso e la mia disponibilità, peraltro già manifestata prima, per l’incontro in programma lunedì prossimo a Palazzo Iacono con le associazioni di categoria proprio sulla questione del mercatino.

Ma le associazioni, a questo punto, accetteranno l’invito del primo cittadino?

cancello