Croce Rossa, arriva un giovane commissario per il Comitato ibleo

2
Croce rossa, nuovo commissario

E’ Nicolò Piave il nuovo commissario della Croce Rossa Italiana di Ragusa. Piave prende il posto della dimissionaria Mirella Cucco Gridà.

La nomina è arrivata in questi giorni direttamente dal Presidente Nazionale dell’organismo umanitario.

Il neo commissario è attivamente impegnato nell’associazione da 17 anni, proviene ed opera nel Comitato provinciale di Caltanissetta dove è già delegato allo sviluppo del volontariato e direttore del Centro di Formazione.

“In 17 anni – si legge in una nota della Croce Rossa – di attività si è dedicato in maniera particolare all’assistenza socio – sanitaria e a promuovere una cultura del Volontariato proprio tra i giovani, di cui è stato anche vertice provinciale a Caltanissetta, che ha fortemente sostenuto in questi ultimi anni. Formatore nazionale dei quadri dirigenti, ha già ricoperto nel passato incarichi di commissario provinciale, locale nonché di presidente”. Ha dichiarato di accettare questo incarico “con entusiasmo e con grande positività, consapevole che sarà un’impresa ardua ma grazie alla collaborazione di tutti, la Croce rossa di Ragusa sarà sempre più incisiva sul territorio e ancor più al servizio dei cittadini”.

Ed aggiunge: “Problematiche inerenti le attività sanitarie ed attività a supporto delle fasce vulnerabili, in una terra di approdo di migranti sono una sfida da portare avanti con impegno, sotto la lecita dei sette principi di Croce Rossa. Ho già presenziato ad alcuni sbarchi migranti a Pozzallo dove ho potuto constatare la professionalità di tutti gli operatori interessati, non solo quelli di Croce Rossa.

Ho già incontrato il direttore della Protezione Civile, Nello Lo Monaco, con il quale la Croce Rossa già collabora, e lo ringrazio per la disponibilità dimostrata nel poter inserire immediatamente i mezzi dell’associazione nel parcheggio della Protezione Civile di Ragusa”.

Piave ha poi rivolto un ringraziamento al presidente uscente, Mirella Cucco Gridà, “per l’attività svolta sul territorio e per il lungo servizio in Croce Rossa e per quanto fatto all’interno del Comitato Provinciale e nel corpo delle Infermiere Volontarie, componente di cui fa parte”.