Manda gli anziani genitori in ospedale. Non gli compravano gli alcolici

0
Immagine di repertorio

Era stato arrestato a gennaio assieme al cognato perché aveva aggredito violentemente la sorella e il nipote per poi scagliarsi contro gli uomini delle Volanti che erano intervenuti in difesa dei due malcapitati, procurando loro svariate lesioni.

Dopo una carcerazione preventiva, all’uomo era stato concesso di fruire la misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori; da quel momento avevano inizio una serie di comportamenti vessatori, minacce ed aggressioni nei confronti degli anziani genitori, colpevoli a dire dell’uomo, di non supportarlo economicamente nell’acquisto di alcolici.

L’ennesimo episodio violento avvenuto la settimana decorsa che, peraltro, aveva costretto i due anziani a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso, spingeva il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ragusa diretto dal Commissario Capo Dott. Filiberto Fracchiolla, ad informare dettagliatamente la Procura della Repubblica di Ragusa.

Il Gip ha disposto il trasferimento dell’uomo nel carcere di Ragusa.