Il cannolo di Bonajuto conquista il Giappone, tutti in fila per il dolce siciliano

58

Il cannolo di Modica targato Bonajuto conquista tutti, anche in Giappone.

La nota specialità siciliana famosa in tutto il mondo ha deliziato il palato dei nipponici in trasferta nella città della Contea, che al ritorno nel loro Paese ne hanno decantato lodi e qualità. Se poi a questo si unisce la capacità imprenditoriale della famiglia Ruta, il gioco è fatto e il “Born in Sicily” vola lontano. E se già il cioccolato di Modica firmato Bonajuto non ha bisogno di presentazione, tanto meno lo sono i cannoli.

I giapponesi hanno quindi voluto che all’edizione 2016 della Hankyu World Fair di Osaka fosse presente l’Antica Dolceria Bonajuto di Modica. La manifestazione, giunta alla sua trentesima edizione, ha come scopo quella di promuovere le eccellenze mondiali nel campo del food. I responsabili di Hankyu, uno dei più grandi department store in Giappone (84.000 metri quadri) avrebbero espressamente richiesto la presenza quest’anno dei prodotti dell’Antica Dolceria Bonajuto e la produzione in loco dei cannoli che da sempre contraddistinguono la produzione della storica dolceria modicana.

Lo chef Salvo Giannone sarà ospite dell’organizzazione fino all’11 novembre, anche se la prestigiosa manifestazione si conclude oggi. Grande soddisfazione da parte di Pierpaolo Ruta per i risultati che veicolano ancora una volta in Made in Sicily nel mondo. E in effetti i dati lasciano senza parole. Più di 2000 persone hanno fatto la fila nei primi due giorni dell’evento hanno atteso il loro turno per assaggiare i mille cannoli classici prodotti per l’evento nipponico.