Droga in un pub a Modica. La Polizia arresta il gestore e il collaboratore

51
dj denunciato dalla Polizia

Sabato scorso la Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 43 anni, gestore di un esercizio commerciale del centro storico di Modica, già noto alle Forze dell’Ordine, e il cognato di 27 anni, incensurato, collaboratore nell’attività. Per entrambi l’accusa è detenzione di stupefacente, cocaina già confezionata in singole dosi e pronta per essere smerciata.
Il locale era già sotto l’attenzione degli uomini del Commissariato, come luogo di possibile spaccio di sostanze stupefacenti, per il continuo via vai di giovani che vi accedevano per pochissimi minuti, allontanandosi poi frettolosamente.
La perquisizione di sabato notte, eseguita dagli agenti, portava al ritrovamento di cocaina confezionata allo stesso modo di quella sequestrata, il giorno prima, a un giovane bloccato nei pressi del locale.
Quattro dosi erano ben custodite all’interno di un telecomando, al posto delle batterie. Altre all’interno di una interruttore elettrico che veniva aperto dai due uomini mediante un avvitatore elettrico nascosto sotto il bancone. E’ stato proprio il rinvenimento di tale attrezzo nelle vicinanze dell’interruttore a tradire i due e a svelare il nascondiglio.
La perquisizione eseguita in tutti i locali dell’esercizio pubblico ha consentito di trovare anche un bilancino di precisione e materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di cocaina.
I due uomini sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, in concorso tra loro e per direttive del Sostituto Procuratore della Repubblica di Ragusa, entrambi sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida.