San Giorgio, presentato il programma dei festeggiamenti

467

“Mai più la guerra”. Così don Pietro Floridia, parroco del Duomo, ha voluto caratterizzare l’edizione 2018 dei solenni festeggiamenti in onore di san Giorgio martire, glorioso patrono di Ragusa. E lo ha detto questa mattina presentando, al circolo di Conversazione di Ibla, il programma, che prenderà il via domani, domenica 20 maggio, assieme ai componenti delle associazioni San Giorgio martire e portatori San Giorgio che costituiscono il comitato e che si è occupato di stilare il calendario delle iniziative. “Nonostante gli autorevoli appelli – afferma don Floridia – provenienti dai pontefici, come quel grido che sembrò uscire dal cuore di Paolo VI all’Onu nel 1965, in poco più di cinquant’anni di falsa pace, abbiamo assistito inermi e senza rossore ad orrori di ogni genere causati da guerre, ritenute più o meno giuste, il cui unico risultato è stato lo spargimento di sangue innocente, vite giovani spezzate e ferite interiori difficilmente rimarginabili. Si parla tanto di pace, tuttavia la corsa ad armamenti sempre più sofisticati e nocivi non si arresta. Non esiste una guerra buona: la guerra è sempre immorale. Solo la guerra del cristiano, quella spirituale beninteso, è da concepire come ammissibile perché l’essere cristiano è una condizione per vivere in un continuo combattimento da affrontare minutamente”. Alla presentazione c’era anche il vicesindaco Massimo Iannucci che ha sottolineato come, anche quest’anno, l’amministrazione comunale sia stata molto vicino al comitato organizzatore “avendo piena consapevolezza di come l’appuntamento in questione costituisca un notevole richiamo per i ragusani ma anche per le migliaia di turisti e visitatori che ci verranno a trovare in questi giorni”. Iannucci ha voluto soffermarsi su due appuntamenti in particolare. Martedì, durante la giornata diocesana del sollievo, che sarà curata dall’ufficio per la Pastorale della salute diretto da don Giorgio Occhipinti, sarà inaugurato, alle 18,15, il nuovo ascensore del Duomo che consente, finalmente, l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sabato 26 maggio, alle 22, ci sarà poi il concerto di Michele Zarrillo, artista di sicuro richiamo, che si esibirà in piazza Duomo. Sono intervenuti anche Giovanni Sortino, in rappresentanza dell’associazione San Giorgio martire, e Paolo Antoci, per l’associazione Portatori San Giorgio, che hanno illustrato le varie iniziative destinate ad arricchire il programma tra cui, domenica 27, alle 16,30, il raduno bandistico “Terre di Sicilia” a cura dell’Anbima e in serata il gran finale artistico e fantasmagorico, con spettacolo mapping 3D eseguito da Elisa Nieli e show piromusicale a cura della premiata ditta “Antonino Vaccalluzzo” da Belpasso. Don Floridia, poi, ha voluto puntare l’attenzione sulla coesistenza di due patroni a Ragusa e ha annunciato che, così come già accaduto il 23 aprile scorso, in occasione della memoria liturgica del santo cavaliere, quando a recare visita era stato il clero e i componenti del comitato dei festeggiamenti della Cattedrale, il 29 agosto il parroco del Duomo con i componenti del comitato parteciperà in maniera formale alla messa solenne in programma in Cattedrale per onorare San Giovanni Battista.

Intanto, il programma liturgico prende il via domani con la solennità di Pentecoste, all’insegna del versetto degli Atti degli apostoli che recita: “Riceverete la forza dello Spirito santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni”. Alle 11, al Duomo, ci sarà la santa messa con le prime comunioni, alle 18 la recita del Rosario, alle 18,45 la celebrazione dei Vespri e alle 19 la santa messa. La giornata di lunedì 21 maggio, caratterizzata dalla sequenza di Pasqua che recita “Morte e vita si sono affrontate in un prodigioso duello: il Signore della vita era morto; ma ora, vivo, trionfa”, prenderà il via alle 9,30 con il tradizionale pellegrinaggio al cimitero di Ibla dove sarà celebrata la santa messa. Alle 17,30 la recita del Rosario e alle 18 un evento speciale, la celebrazione della santa messa presieduta da mons. Marco Frisina, maestro direttore della pontificia cappella musicale lateranense, animata dal coro polifonico Enarmonia del maestro Salvatore Scannavino. Mons. Frisina è uno dei principali compositori di musica sacra della nostra epoca. Per quanto riguarda il programma ricreativo culturale, già oggi alle 15 prenderà il via la diciassettesima edizione della cronoscalata ciclistica “San Giorgio – memorial Giovanni Rigoletto” a cura del Csain di Ragusa. Domani, domenica 20 maggio, alle 9 ci sarà l’apertura della Marathon Parco degli Iblei, ottava edizione, a piazza Duomo. Alle 10,30 prenderà il via la pesca di beneficenza e la fiera del Dolce presso l’ex chiesa di Sant’Antonino. Alle 17, poi, è in programma la terza edizione del raduno equestre a cura del Csain di Ragusa.